La Fed pronta a ridimensionare il bilancio per favorire una stretta monetaria graduale

Federal Reserve Fed

La sede della Fed a Washington

La Federal reserve intende ridurre il proprio bilancio per continuare con maggior efficacia sulla strada di una graduale normalizzazione della politica monetaria.

Dai verbali dell’ultimo vertice della banca centrale statunitense emerge in modo chiaro la convinzione della necessità di ridurre il gigantesco portafoglio di asset sotto il controllo dell’istituto, una massa da 4.500 miliardi di dollari. “La maggior parte dei partecipanti anticipa che un cambiamento nella politica di reinvestimento sarà probabilmente appropriata più tardi quest’anno”, si legge nelle minute La politica di reinvestimento dei titoli che maturano è quella che ha finora mantenuto sostanzialmente stabile l’ammontare dello stimolo in arrivo dal quantitative easing.

La riduzione del bilancio è un’operazione delicata perché può far salire i tassi di interesse di lungo termine e mettere a rischio la ripresa. “Molti partecipanti anticipano che i graduali aumenti dei tassi continueranno e ritengono appropriato un cambio della politica della Fed sul bilancio più avanti nel corso dell’anno” si legge ancora nei verbali della riunione del 14 e 15 marzo.

Lo staff della Fed ha già iniziato a ragionare sul ridimensionamento del bilancio, valutando le possibili opzioni da seguire. Una delle strade da seguire sarebbe quella di procedere con altri due aumenti dei tassi di interesse quest’anno per poi prendere una pausa, che consentirebbe di osservare gli effetti della decisioni per poi iniziare nuovamente ad alzare i tassi l’anno prossimo.

La Fed pronta a ridimensionare il bilancio per favorire una stretta monetaria graduale ultima modifica: 2017-04-07T16:31:33+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: