La Fed taglia i tassi dello 0,5%

12
Federal Reserve Fed
La sede della Fed a Washington

In risposta all’emergenza causata dal Coronavirus la Fed ha deciso di tagliare i tassi di interesse dello 0,5%. Il costo del denaro scende così all’1-1,25%. È la prima volta dalla crisi finanziaria del 2008 che la Fed decide un taglio dei tassi al di fuori delle riunioni programmate.

L’annuncio della banca centrale americana segue la riunione dei ministri finanziari e dei governatori delle banche centrali del G7. 

“I fondamentali dell’economia restano solidi. In ogni caso il coronavirus pone dei rischi all’attività economica – ha sottolineato la Federal Reserve in un comunicato -. Alla luce di questi rischi e in sostegno degli obiettivi della massima occupazione e della stabilità dei prezzi, la Fed ha deciso di ridurre i tassi di interesse di mezzo punto all’1,-1,25%. La Fed sta monitorando da vicino gli sviluppi e le implicazioni per l’outlook economico e userà i suoi strumenti e agirà in modo appropriato per sostenere l’economia”.

Il taglio è stato deciso per “sostenere l’economia”, ha spiegato in conferenza stampa il presidente della Fed, Jerome Powell, precisando che di fronte ai nuovi rischi posti dal coronavirus l’economia americana resta “solida”, ma che il virus ha “cambiato materialmente l’outlook” dell’economia americana. “Era il momento di agire e lo abbiamo fatto”, ha aggiunto Powell.