La FinTech sfida le banche tradizionali

Capgemini LogoIl 63% dei clienti degli istituti di credito è entusiasta della FinTech e il 55% la consiglierebbe a parenti e amici, contro un 38% che raccomanderebbe invece il sistema bancario tradizionale. È quanto emerge dal World retail banking report 2016 realizzato da CapGemini ed Efma.

Secondo l’analisi le aziende del comparto FinTech hanno compiuto importanti passi avanti verso i clienti e la maggioranza degli istituti bancari ammette di non essere adeguatamente preparata a gestire tale minaccia emergente. Eppure, mentre il 96% degli Executive bancari concorda sul fatto che il settore si stia evolvendo verso un ecosistema improntato al digital banking dove le FinTech giocano un ruolo rilevante, solo il 13% afferma di avere i sistemi in grado di supportarlo.

Lo studio sottolinea che i provider FinTech stanno guadagnando popolarità tra i consumatori perché percepiti di più facile fruizione, offrono servizi veloci e una user experience positiva. Le banche sottostimano il valore attribuito a questi servizi: solo il 36% concorda sul fatto che le società FinTech garantiscono un servizio rapido.

A livello globale, le banche hanno migliorato le performance della propria customer experience di 2,9 punti nel Customer experience index (Cei) di Capgemini, registrando un segno positivo in oltre l’85% dei Paesi analizzati, tra cui l’Italia dove si evidenzia un miglioramento del Cei di 3,1 punti, passando dai 72,6 del 2015 ai 75,7 del 2016. Tale progresso non si è però tradotto in risultati tangibili e comportamenti redditizi da parte dei clienti in termini di fidelizzazione, raccomandazioni e cross-selling. Solo il 16% dei clienti ha infatti affermato di essere orientato ad acquistare ulteriori prodotti dalla propria banca.

La FinTech sfida le banche tradizionali ultima modifica: 2016-04-22T10:46:48+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: