La fusione tra Banca Popolare di Marostica e Volksbank

VolksbankApprovata quasi all’unanimità da parte dei soci della Banca Popolare di Marostica la fusione con la Banca Popolare dell’Alto Adige di Bolzano. All’assemblea, a cui ha partecipato circa il 18% degli aventi diritto, i voti favorevoli all’operazione di incorporazione sono stati oltre il 98%.

Per Volksbank, l’aggregazione con Marostica significa 7.085 nuovi soci e l’incremento della presenza nei territori di Vicenza e Padova. “L’obiettivo per fine 2015 sono i 60 mila soci complessivi – ha dichiarato il presidente della Banca Popolare dell’Alto Adige Otmar Michaeler – per una nuova Banca Popolare che avrà, dopo la fusione con i veneti, 1.458 collaboratori, 194 filiali, un patrimonio di 786 milioni di euro e mezzi amministrati per oltre 15 miliardi”.

La fusione per incorporazione, che ha già ricevuto il parere positivo della Banca d’Italia lo scorso 13 gennaio, è prevista per il primo aprile. L’operazione è costata alla Volksbank circa 200 milioni di euro, di cui il 30% in contanti e il resto con uno scambio azionario. “L’aggregazione – ha spiegato, come da nota stampa, Michaeler – offre alla Volksbank la possibilità di incrementare la raccolta e gli impieghi nelle province venete e guadagnare in visibilità. Le spese fisse della banca inoltre potranno essere suddivise su volumi più ampi. L’obiettivo è di rafforzare a lungo termine la redditività della Volksbank, per garantire anche in futuro ai soci una solida rendita”.

La fusione tra Banca Popolare di Marostica e Volksbank ultima modifica: 2015-02-27T18:08:38+00:00 da Redazione 2

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: