La Reserve bank of Australia lascia il tasso di sconto al 3%

Nel comunicato rilasciato al termine della riunione del board della banca si legge che “nel breve periodo le prospettive di investimenti in settori diversi da quallo delle risorse risultano contenute, mentre un modesto incremento è probabile all’inizio del prossimo anno. Gli investimenti nel settore immobiliare stanno aumentando”, come pure “i prezzi delle case”.

Il basso costo del lavoro e l’aumento dell’efficienza delle imprese che si sono registrati nei mesi precedenti dovrebbero aiutare comunque a contenere l’inflazione, in un contesto in cui la domanda di prestiti da parte di aziende e famiglie resta bassa per la volontà di evitare un livello di indebitamento eccessivo.

In ogni caso, sottolinea il comunicato “l’Rba continuerà a vigilare sull’andamento ell’economia e ad aggiustare la politica monetaria in modo da garantire una crescita sostenibile e un livello di inflazione coerente con gli obiettivi stabiliti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

La Reserve bank of Australia lascia il tasso di sconto al 3% ultima modifica: 2013-04-03T10:36:24+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: