L’aumento della disoccupazione condizionerà il mercato immobiliare australiano

Il rapporto Housing Snapshot, pubblicato dall’istituto di credito alla fine di ottobre, ha rivelato che i prezzi delle case sono rimasti pressoché gli stessi, se non addirittura sensibilmente diminuiti, negli ultimi dodici mesi. Tuttavia, i tassi di interesse che rimangono su livelli piuttosto bassi e il crescente numero di giorni che un immobile resta invenduto sul mercato, rivelano “una chiara contraddizione tra le aspettative di chi vende e le condizioni in cui si trova chi invece vorrebbe comprare”. Il report sostiene anche che l’aumento della disoccupazione potrebbe creare seri problemi sia nella concessione dei mutui sia nel pagamento delle stesse rate. Tuttavia l’assenza, finora, di vendite forzate ha protetto i prezzi da un’improvvisa crescita, come peraltro evidenziato da AZN che nella sua analisi è anche parsa ottimista circa le possibilità di una ripresa economica nel 2012-2013 che avrebbe l’effetto di risollevare la domanda.

“Il mercato immobiliare oggi – si legge nell’Housing Snapshotè strettamente connesso al mercato degli affitti, con il vacancy rate (la percentuale di abitazioni sfitte) mai tanto basso e i prezzi degli affitti piuttosto alti: queste condizioni potrebbe spingere gli investitori e i first time buyer a prendere coraggio e riavvicinarsi al real estate”.

Le indicazioni di AZN si rifanno anche a un’indagine condotta da uno dei più importanti portali online del mercato immobiliare australiano, Australian Property Monitors (APM) che sottolinea la continua caduta dei prezzi delle case nel corso del mese di settembre. Infatti, il APM Quarterly House Price Report mostra come la media dei prezzi delle abitazioni sia precipitata dell’1,6% per il quinto trimestre consecutivo.

Anno su anno, l’indagine di APM chiarisce che i prezzi delle case, a livello nazionale, sono diminuiti del 3,5%. Ogni capoluogo del paese, a parte Canberra che ha registrato un +0,9%, ha registrato un calo anno su anno dei prezzi delle case. A Brisbane la caduta più grave: -6,7% a/a.

 

L’aumento della disoccupazione condizionerà il mercato immobiliare australiano ultima modifica: 2011-11-02T12:17:15+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: