Le Poste abbandonano il mercato dei mutui buy-to-let

Le Poste inglesi non venderanno più mutui buy-to-let: la decisione è stata presa per potenziare gli sforzi a sostegno dei nuovi mutuatari, i potenziali clienti e coloro che sono interessati al rifinanziamento del proprio mutuo. Fino a ieri, le Poste offrivano ai propri clienti prodotti buy-to-let con LTV all’80% disponibili per mutui a tasso fisso di due, tre e cinque anni. Oggi, il gruppo ha deciso di ridurre i propri tassi di interesse sui mutui residenziali dell’1,24% per prodotti di 5 anni a tasso fisso e LTV al 90%: il nuovo tasso, scende così sotto il 5% e si attesta ora al 4,99%, con una fee di 995 sterline. Un prodotto che secondo le Poste è leader del mercato.

Il gruppo ha scelto anche di abbassare il tasso del prodotto a tre anni con tasso fisso al 4,75% (dal 5,99%) e loan to value al 90%. Anche in questo caso è stata disposta con una fee di 995 sterline.

Mike Cook – head of mortgages a Post Office UK – ha dichiarato: “Molti dei prodotti a tasso fisso che sono stati maggiormente promossi sul mercato richiedono una largo deposito, cosa che esclude a priori i first-time buyers”.

“Per quanti hanno acquistato un prodotto che prevede un deposito pari al 10% – ha concluso – il nostro mutuo con tasso fisso al 4,99% è il migliore disponibile, e protegge i mutuatari da eventuali rialzi del base rate delle banche”.

 

Le Poste abbandonano il mercato dei mutui buy-to-let ultima modifica: 2011-09-29T10:17:36+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: