L`Euribor ha smesso di salire

Se la tempesta finanziaria che imperversa in questi giorni è decisamente nociva sul versante impieghi, non lo è altrettanto per quanto riguarda il lato delle passività, quello sui mutui tanto per intenderci.

In questi giorni, infatti, il temuto tasso Euribor ha arrestato quella risalita che sembrava inesorabile. La scadenza a 3 mesi, che dai minimi dello 0,6% di poco più di un anno fa era cresciuta fino a oltre l’1,60% nelle scorse settimane, sta arretrando da quando la tensione attorno ai debiti europei si è di nuovo allargata (ieri era all`1,55%, mentre il tasso a un mese è stato fissato all`1,39%).

Per ora si tratta di pochi centesimi in meno, ma il movimento è ugualmente significativo perché il mercato sta rivedendo le attese sulle prossime mosse della banca centrale europea (Bce) sul costo del denaro.

Fino a un mese fa si pensava che l`istituto di Francoforte potesse dare seguito in autunno alle due strette da 0,25% con cui aveva portato i tassi dall`1% all`1,5% e proseguire nel suo sentiero di «normalizzazione».
Adesso, con la crescente minaccia del problema dei debiti sovrani e con il malcelato rischio di deflagrazione dell`Unione monetaria europea, gli analisti pensano che il prossimo rialzo non sarà poi così vicino: qualche analista lo ha già spostato dal prossimo ottobre a dicembre, altri lo rimandano addirittura al 2012.
I mercati, se possibile, sono ancora più drastici: i tassi impliciti che si ricavano dai contratti future quotati a Londra proiettano un Euribor a 3 mesi all`1,29% a settembre, all`1,14% a fine anno e addirittura al`1,08% per giugno 2012. Fosse per loro, la Bce sarebbe sul punto di abbassare e non di alzare i tassi.

L`Euribor ha smesso di salire ultima modifica: 2011-08-09T15:03:15+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: