Libano, Ice: giù le vendite di immobili nel primo trimestre

A diminuire sono state sia la domanda interna che quella esterna, proveniente dai paesi arabi. Le vendite agli stranieri, che rappresentano oltre un terzo del totale, sono diminuite del 31,8% rispetto allo stesso periodo del 2010.
L’aumento dei prezzi delle case (+8,6%) ha consentito però di limitare la contrazione del valore delle vendite, che è diminuito solo del 14,5%, per attestarsi a 1,8 miliardi di dollari. Nel 2010, le vendite immobiliari avevano raggiunto la cifra record di 8 miliardi di dollari, con una crescita del 12,7% rispetto ai 7,1 miliardi del 2009.

I permessi di costruzione, altro indicatore essenziale per l’attività edilizia, sono diminuiti del 2,9% nel primo trimestre del 2011, totalizzando 3,7 milioni di mq rispetto a 3,8 milioni di mq del 2010, secondo dati dell’Ordine degli Ingegneri di Beirut e Tripoli.
Parallelamente, le consegne di cemento hanno registrato una contrazione del 6,7%, con 1,03 milioni di tonnellate rispetto al 2010.

Per avere però un’analisi realistica, occorre anche considerare che l’attività immobiliare nel 2010 ha avuto uno sviluppo record, con 17,6 milioni di mq di permessi di costruzione (+ 23% rispetto al 2009) – precisa una nota dell’Istituto -. Si ricorda che tali permessi hanno una validità di 6 anni, e quindi è logico presumere uno sviluppo del settore per i prossimi 3-4 anni, anche se con minori incrementi in percentuale”.

Libano, Ice: giù le vendite di immobili nel primo trimestre ultima modifica: 2011-05-24T07:21:52+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: