“L’immobile è un bene primario”. Il commento di Valerio Ageletti alla trimestrale dell’Agenzia del Territorio

Dopo la pubblicazione della nota trimestrale dell’Agenzia del Territorio a proposito dell’andamento dei volumi delle compravendite effettuate in Italia nel corso del secondo trimestre 2011, il presidente nazionale di Fimaa Valerio Angeletti ha preso atto della difficile situazione in cui si trova il mercato immobiliare. Infatti, il tasso tendenziale annuo del volume di compravendite risulta in calo del 5,6%, un dato che peggiora il dato tendenziale del primo trimestre (-3,6%).

I tassi tendenziali maggiormente negativi si hanno per i settori residenziale (-6,6%) e commerciale (-5,5%). In calo anche il mercato delle pertinenze (-3,4%) mentre andamenti positivi si registrano nei settori terziario (+4,0%) e produttivo, (+5,7%).

“Evidenziamo con moderata soddisfazione la limitata flessione dei prezzi, sintomo significativo dell’importanza che il sistema Italia ha nei confronti degli immobili – ha commentato Angeletti –. In un momento di grande incertezza finanziaria e politica, questi continuano a rappresentare la diffusa ricchezza patrimoniale degli italiani a conferma che l’immobile rimane il loro principale investimento, in quanto oltre a salvaguardare nel tempo il proprio valore, l’immobile è spesso utilizzato come bene primario e in alcuni casi come fonte di redditività costante”. Il commento del presidente Angeletti è significativo di quanto il comparto stia cercando di resistere nonostante le effettive difficoltà. “Ci auguriamo – ha concluso Angeletti – che nel prossimo Decreto Sviluppo si evidenzi una particolare attenzione per il settore immobiliare, soprattutto riguardo agli oneri relativi alle transazioni e alle agevolazioni finalizzate al miglioramento e alla qualificazione del patrimonio immobiliare privato”.

“L’immobile è un bene primario”. Il commento di Valerio Ageletti alla trimestrale dell’Agenzia del Territorio ultima modifica: 2011-09-30T15:35:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: