L’immobiliare.com, il nuovo marchio delle agenzie immobiliari della famiglia Grimaldi

Con il 2011 la famiglia Grimaldi riporta alla luce il brand originario, aggiornato e allineato ai tempi moderni, con l’ambizione di mantenere saldo il proprio legame con il passato, ma con uno sguardo lungimirante verso il futuro dei servizi immobiliari, sempre orientati ai concetti di qualità e di soddisfazione del cliente.

Il network L’immobiliare.com possiede tutto il capitale di valori e di competenze della famiglia Grimaldi. Nasce forte di proprie tradizioni e di un proprio modello operativo, oltre ad essere già radicato sul territorio nazionale grazie alla presenza di affermati professionisti in particolar modo nelle regioni Lombardia, Piemonte, Lazio, Veneto e Sardegna.

Tale tradizione vuole essere mantenuta e rinnovata con il nuovo progetto di Networking Immobiliare, che affonda le proprie radici nei valori e nelle competenze delle persone che lo costituiscono.

Ispirato dalla trentennale esperienza di chi ha ideato il franchising immobiliare in Italia, il nuovo progetto di Networking vuole distinguersi da quanto oggi offre il mercato di franchising ordinario.

Grazie ad un modello “etico-sostenibile” si vuole crescere con tranquillità, selezionando con attenzione i professionisti che fanno parte del network, proprio a garanzia di coloro che ne fanno parte, offrendo servizi innovativi e di qualità senza nessuna imposizione, garantendo che almeno la metà delle quote di adesione vengano investite sul marchio e sul network: tutto questo con rapporti e contratti semplici e chiari

Dal 1965 la famiglia Grimaldi propone ai propri clienti un servizio di intermediazione immobiliare di qualità, sinonimo di serietà e trasparenza. Dapprima con il proprio network di agenzie immobiliari di proprietà (sino al 1980 con il marchio L’immobiliare), quindi affiancandovi il franchising immobiliare recante il proprio nome.

L’immobiliare.com, il nuovo marchio delle agenzie immobiliari della famiglia Grimaldi ultima modifica: 2011-05-08T16:38:15+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: