L’OAM dichiara guerra all’abusivismo

oamQuadratoL’Organismo per la gestione degli Elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi ha annunciato a Milano, al Convegno di ABI Formazione, l’inizio alla lotta all’abusivismo. Federico Luchetti, Direttore Generale dell’OAM, fa il punto sul lavoro che l’Organismo e le sue associate stanno svolgendo contro il fenomeno dell’abusivismo nell’intermediazione del credito.

Da quando è nato l’Organismo, istituito con il decreto legislativo n. 141 del 13 agosto 2010, i numeri stanno dimostrando che un serio riordino della categoria era necessario: ad ora gli agenti in attività finanziaria sono 6.131 (contro i 75.587 nei precedenti albi Bankitalia, di cui 70.324 agenti persone fisiche più 5.263 società); i mediatori sono 255 contro i 131.353 precedenti, di cui 122.149 mediatori persone fisiche oggi non più consentiti, e 9.204 società.

L’Organismo gestisce gli elenchi degli agenti e dei mediatori e vigila sul fatto che gli uni e gli altri possiedano i titoli necessari a svolgere la propria attività. In questo ambito, la lotta contro l’abusivismo e dunque contro chi esercita la professione senza essere iscritto agli elenchi, ricopre un ruolo centrale.

Il consumatore, in questa fase di riordino del sistema, prima di affidare un incarico o di sottoscrivere un mandato, dovrebbe verificare se l’operatore è iscritto all’OAM con una ricerca sul sito dell’Organismo (http://www.organismo-am.it).

Alcuni fatti di cronaca di questi ultimi tempi, come la recente operazione antiriciclaggio della GdF a Crotone, impongono l’adozione di misure coordinate da parte di tutti gli operatori del settore per salvaguardare sia chi opera con competenza e trasparenza in questo campo, sia l’utenza finale.

Nel Convegno di ABI Formazione, Luchetti descrive lo stato dei lavori sul protocollo d’intesa contro l’abusivismo che vedrà la luce nei prossimi giorni, frutto del lavoro dell’OAM e delle sue associate ed aperto alla firma delle altre associazioni di categoria. “Contrastare con risolutezza il fenomeno dell’abusivismo – dichiara Luchetti – è una tutela a favore dei consumatori e un’azione nell’interesse di tutti coloro che sono regolarmente iscritti negli elenchi”.

Il primo, importante passo contro l’abusivismo è stato compiuto.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

L’OAM dichiara guerra all’abusivismo ultima modifica: 2013-10-28T19:01:52+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: