Lodi, prezzi delle case in lieve calo nel secondo semestre del 2009

La ricerca evidenzia inoltre negli ultimi 3 mesi del 2009 un calo del 19% delle erogazioni di mutui, rispetto allo stesso periodo del 2008. Si tratta di una diminuzione più accentuata rispetto alla media della regione, che è pari a -7%. Le difficoltà di accesso al credito limitano le potenzialità di acquisto di molte famiglie che si spostano così  sul mercato delle locazioni, alimentato in passato prevalentemente da lavoratori trasfertisti. E spendono in media tra 500 e 700 euro al mese per l’affitto di un bilocale o un trilocale.

Centro

Nell’area centrale ad acquistare sono in genere famiglie alla ricerca della prima casa. Il taglio più richiesto è il trilocale, possibilmente dotato di box auto. L’offerta di questi ultimi è molto bassa e il prezzo un box singolo è compreso tra 35 e 50.000 euro. è vivo l’interesse per le soluzioni più signorili, presenti soprattutto nella parte alta del centro, nell’area limitrofa a piazza della Vittoria. Si tratta della zona più commerciale di Lodi, comoda perché vicina alla stazione e ben servita. In questa area si possono acquistare soluzioni d’epoca ma anche appartamenti in edifici degli anni ’60 oppure soluzioni ristrutturate a nuovo. L’usato ha un valore compreso tra i 2.500 e i 2.800 euro al mq, mentre il nuovo tra 3.400 e 3.800 euro al mq. Nel 2009 sono stati completati i lavori di riqualificazione dei “Giardini del Passeggio”, migliorando così la situazione del verde pubblico rendendolo fruibile.

Città Bassa

Le quotazioni scendono nell’area della Città Bassa, dove l’edilizia è caratterizzata da case di ringhiera, alcune delle quali riqualificate. Acquistare un appartamento ristrutturato in questa zona costa tra 1.600 e 2.100 euro al mq. Da segnalare il completamento dei nuovi argini del fiume Adda che garantiranno una maggiore sicurezza a tutta l’area. Chi desidera acquistare soluzioni indipendenti si sposta spesso nei paesi limitrofi, come ad esempio Secugnago, comune in espansione e servito dalla ferrovia, dove si trovano ville bifamiliari e a schiera di nuova costruzione ad un prezzo medio di 200.000 euro.

Corso Mazzini

Un lieve ribasso ha interessato l’area che si sviluppa intorno a corso Mazzini, dove gli acquisti si sono concentrati su soluzioni ampie e di qualità, ricercate da acquirenti con una buona disponibilità economica. Le tipologie maggiormente vendute sono i trilocali inseriti in contesti di qualità. Si registra un aumento di acquisti per investimento, incentivati da un aumento della domanda di immobili in locazione soprattutto da parte di single e coppie che non riescono ad accedere al credito. Per un bilocale si spendono 500 euro al mese e per un trilocale 700. A ridosso del Centro storico si sviluppa l’area compresa tra via Mazzini e viale delle Rimembranze, sempre molto apprezzata dagli acquirenti anche per la vicinanza alla stazione ferroviaria. Qui si possono acquistare soluzioni in palazzine degli anni ’60 e ’70 ad un prezzo di 1.900 euro al mq (medio usato).

In zona Robadello-Coop e Albarola si trovano appartamenti degli anni’80- ’90 ad un prezzo medio di 1.700 euro al mq (usato) con box auto a 20.000 euro. Nell’adiacente via Maestri del Lavoro e in via Buozzi, sono stati completati alcuni appartamenti venduti ad un prezzo compreso tra 2.000 e 2.300 euroal mq.

San Bernardo

Molto apprezzata l’area del quartiere San Bernardo, che si trova all’ingresso della tangenziale e quindi ben collegata. L’edilizia è composta da palazzine e villette ed i prezzi vanno da 1.600 euro al mq per un medio usato a 2.200 euro al mq per il nuovo. Nell’area che si sviluppa intorno alla Stazione, nella seconda parte del 2009, i prezzi sono rimasti stabili, anche se negli ultimi mesi si segnala una maggiore fiducia da parte dei potenziali acquirenti. In questa area della città acquistano famiglie e giovani coppie ma, nei primi mesi del 2010, si registra anche qualche acquisto per investimento. Si tratta di piccoli risparmiatori privati che investono in genere su bilocali da mettere a reddito per una spesa complessiva compresa tra 120.000 e 140.000 euro. La domanda di immobili in locazione proviene quasi esclusivamente da lavoratori trasfertisti che, dovendo raggiungere quotidianamente Milano, ricercano bilocali in affitto nei pressi della stazione. Il canone di un bilocale è di 500-550 euro al mese.

Il Pratello

Il Pratello è un quartiere nato negli anni ’70, composto prevalentemente da palazzine. Si possono acquistare soluzioni in buone condizioni a 1.700-1.800 euro al mq. Da segnalare che in via Bocconi sono state appena completate 20 nuove unità abitative, la cui valutazione si attesta sui 2.350 euro al mq. Si tratta di un’area in fase di espansione dove, nei prossimi anni, si prevede la realizzazione di soluzioni residenziali. Nell’area compresa tra via Pace di Lodi, via Cavezzali e via Agostino Da Lodi sono state completate alcune palazzine ed altre sono in fase di completamento per un totale di circa 80 nuovi appartamenti. L’area compresa tra via Trento e Trieste, via Biancardi e via Dall’Oro, nei pressi della stazione ferroviaria, è sorta tra la fine degli anni ’60 ed i primi anni ’70, anche se non mancano soluzioni indipendenti  dei primi anni ’50. La valutazione di un buon usato è di 2.000-2.100 euro al mq. Le aree maggiormente richieste sono quelle nei pressi della stazione e in zona Fanfani, apprezzate perché ben collegate e per la presenza di negozi e servizi in genere. In questa zona si possono acquistare soluzioni in condomini oppure in ex palazzine popolari degli anni ’50 ad un prezzo di 1.800 euro al mq (ristrutturato). Sempre molto richiesta anche l’area di via San Bassiano, importante arteria che collega la zona Fanfani con il Centro storico, sviluppatasi a partire dagli anni ’70. Un appartamento in buone condizioni costa 2.000-2.100 euro al mq. In espansione la zona di San Fereolo dove sono in fase di realizzazione nuove palazzine. Gran parte dell’area è caratterizzata da villette singole, bifamiliari ed a schiera ed i prezzi delle soluzioni singole sono compresi tra 400.000 e 500.000 euro,  mentre per soluzioni a schiera e bifamiliari si spendono rispettivamente 250.000 e 350.000 euro.

Lodi, prezzi delle case in lieve calo nel secondo semestre del 2009 ultima modifica: 2010-04-29T07:44:38+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: