Luca Galli, direttore commerciale Squadra Credit: “Puntiamo ad affermarci come struttura commerciale di una banca per la cessione del quinto”

Luca Galli (a sinistra) e Domenico Perotti, direttore commerciale e amministratore unico di Squadra Credit

Luca Galli (a sinistra) e Domenico Perotti, direttore commerciale e amministratore unico di Squadra Credit

“La nostra storia ha avuto inizio a settembre del 2012 in un ufficio di appena 20 metri quadri a Centocelle, un quartiere popolare di Roma. È stato lì che io e Domenico Perotti, l’attuale amministratore unico, abbiamo cominciato a lavorare per dar vita a quella che doveva essere semplicemente una filiale romana di Sigla, la nostra società mandante. Nelle nostre teste, però, quel progetto è cresciuto rapidamente, trasformandosi in qualcosa di decisamente più ambizioso e dotato di una propria identità. E quando siamo andati a proporlo a Sigla la risposta da parte loro è stata positiva. Così, l’11 marzo del 2014, è nata Squadra Credit. Dopo aver dato una veloce occhiata alle origini di una piccola ma dinamica realtà dell’intermediazione del credito specializzata in cessione del quinto, con il direttore commerciale Luca Galli parliamo approfonditamente dei punti di forza della società e dei progetti in cantiere per il prossimo futuro.

Siete nati in un momento piuttosto complicato per il settore dell’intermediazione del credito, con scenari e dinamiche di mercato in continua evoluzione. Qual è il vostro modello di business?
Siamo una realtà giovane e sin dai primi momenti della nostra attività abbiamo riservato una particolarmente attenzione all’innovazione e alle opportunità offerte dal web. Uno dei principali progetti a cui ci siamo dedicati è stata l’Accademia del Credito, all’interno della quale i nuovi arrivati ricevono una formazione tecnica e commerciale ad hoc da parte di tutor specializzati per poi essere inseriti nella nostra struttura. Abbiamo iniziato il nostro lavoro contattando clienti e potenziali clienti per telefono, per poi incontrarli di persona organizzando trasferte su tutto il territorio nazionale. Nei primi tempi non è stato facile ma grazie a un approccio flessibile, che si adattava alle diverse situazioni, in poco tempo siamo cresciuti come numeri e come struttura. Oggi lavorano con noi un cinquantina di persone e abbiamo una rete di 18 collaboratori che opera da Nord a Sud della penisola, isole comprese.

La vostra sede principale è rimasta a Roma?
Sì, a giugno scorso abbiamo inaugurato una meravigliosa sede in via Giovanni Pittaluga, nella zona di Casal Bertone, dove abbiamo un ufficio di 250 metri quadrati su strada. Si tratta di una struttura d’avanguardia, dove la tecnologia offre il necessario supporto a una realtà come la nostra, orientata alla digitalizzazione dei processi, al risparmio di tempo e alla massima efficienza.

Avete in programma di aprire sedi anche in altre regioni? La vostra rete si allargherà?
Abbiamo già iniziato ad aprire degli uffici distaccati, chiamati Squadra Point. Il primo è stato inaugurato a Pomigliano d’Arco a gennaio scorso. Presto ne avvieremo altri a Tortoreto, a Pescara, a Latina e a Ostia. Inoltre siamo al lavoro per aprire in Sicilia e Lombardia. Per quanto riguarda la rete, abbiamo deciso di puntare sui giovani e di formarli da zero tramite la nostra Accademia, perché ci siamo resi conto che gli agenti “vecchio stampo” avevano difficoltà ad adattarsi al nostro modello. In aggiunta a tutto questo abbiamo avviato un altro progetto che ci vedrà svolgere le funzioni di service per dare supporto all’attività di altri agenti in attività finanziaria, che ricevono un mandato direttamente da Sigla e che possono però appoggiarsi a noi per tutti gli aspetti collegati all’operatività e al lavoro concreto. Così, ad esempio, le loro pratiche verranno gestite direttamente dal nostro back office.

Che numeri avete fatto quest’anno?
A novembre abbiamo caricato pratiche per un valore di 45,6 milioni. A fine anno chiuderemo con un liquidato di 37 milioni.

Che previsioni avete per l’anno prossimo?
Siamo molto ambiziosi: puntiamo a una crescita dei volumi di almeno un 20 per cento.

Qual è il vostro principale punto di forza?
Come suggerisce il nome la nostra società è innanzitutto una squadra. I nostri dipendenti e i nostri collaboratori partecipano direttamente agli utili, ricevendo un premio mensile ogni volta che il fatturato supera una certa soglia, cosa che per fortuna avviene puntualmente. In questo modo investiamo direttamente sulle persone, che si sentono coinvolte nella crescita dell’azienda. Una squadra è tale se tutti i suoi membri riescono a muoversi in modo coordinato, affrontando insieme i problemi e godendo insieme dei successi.

Che progetti avete in cantiere?
Il nostro obiettivo è quello di affermarci come struttura commerciale di una banca e di essere in grado di gestire su tutto il territorio nazionale ogni aspetto collegato alla cessione del quinto. Il lavoro e gli sforzi che stiamo facendo sono tutti orientati in questa direzione. Un altro nostro pallino è quello di riuscire a rendere disponibile per i clienti un servizio di assistenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Stiamo puntando ad attivare un consulente dedicato reperibile in qualsiasi momento, perché nell’era del digitale è fondamentale essere immediatamente accanto al cliente nel momento stesso in cui sorge per lui il bisogno di ottenere un prestito. Pensiamo di poter garantire questo servizio già a partire dal prossimo anno.

Luca Galli, direttore commerciale Squadra Credit: “Puntiamo ad affermarci come struttura commerciale di una banca per la cessione del quinto” ultima modifica: 2017-11-10T15:32:52+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: