Luca Matrigiani, segretario generale Simedia, capolista della lista “Adesso basta” alle elezioni per il cda dell’Enasarco: “Aiutateci con il vostro voto a realizzare il grande cambiamento di cui la Fondazione ha bisogno”

Matrigiani, Simedia“Le votazioni che si svolgeranno dal primo al 14 aprile rappresentano un’occasione unica per tutti gli agenti in attività finanziaria e dei collaboratori del credito di far sentire finalmente la propria voce e di decidere direttamente come e da chi  deve essere governato l’Enasarco. Per la prima volta saranno gli agenti stessi a scegliere i propri delegati, che decideranno poi le persone che andranno a formare il consiglio di amministrazione. È un momento fondamentale per l’intera categoria, che ha finalmente la possibilità di realizzare quel cambiamento che è stato spesso invocato ma che a oggi non ha ancora potuto realizzarsi. L’appello che rivolgiamo agli agenti è quello di votare la nostra lista “Adesso basta”, che ha come obiettivo e come impegno quello di tutelare gli esponenti di una professione impegnata ad affrontare un cambiamento epocale. Chiediamo ai nostri elettori di sostenerci per disegnare insieme a loro un percorso di crescita e sviluppo che sia utile non solo agli agenti ma a tutto il sistema economico e al Paese”. Luca Matrigiani, segretario generale del Simedia, è stato scelto come capolista di “Adesso Basta”, lista che si presenta per le elezioni dei membri del consiglio di amministrazione dell’Enasarco. Le votazioni, che si svolgeranno con modalità telematica dal primo al 14 aprile, sono le prime a vedere gli agenti di commercio direttamente coinvolti nella scelta dei componenti di un’assemblea di delegati, composta da 40 rappresentanti per gli agenti e 20 per le mandanti. Una volta nominati, i delegati designeranno a loro volta i membri del consiglio di amministrazione, in ragione, rispettivamente di 10 e 5. Infine l’elezione del presidente avverrà collegialmente in seno al cda. A pochi giorni dall’apertura della campagna elettorale abbiamo raggiunto al telefono Matrigiani per porgli alcune domande sul programma e gli obiettivi della lista di cui fa parte.

Logo Adesso BastaIl vostro è un nome un po’ tranchant. Perché lo avete scelto?
Perché il nostro intento è quello di dare un forte segnale di discontinuità rispetto alla gestione che l’Enasarco ha avuto negli ultimi anni, carente sotto molti punti di vista. Il primo punto del nostro programma è proprio il cambiamento, che si rende necessario per garantire un governo dell’istituto di previdenza al passo con i tempi e in grado di rispondere alle sfide attuali che la categoria degli agenti si trova davanti, in un contesto profondamento mutato e certo caratterizzato da maggiore concorrenza in confronto al passato. A questo proposito vorrei sottolineare che la nostra lista rappresenta l’intera categoria degli agenti, tra i quali rientrano anche, per la prima volta, gli intermediari del credito, che io mi fregio di rappresentare e tutelare da anni.

Quali sono gli altri punti del vostro programma?
Uno dei nostri principali impegni è quello di garantire la portabilità dei contributi versati all’Enasarco. Ogni agente di commercio, e dunque anche gli intermediari del credito, versa una parte dei contributi all’Inps e una parte alla Fondazione. Attualmente il numero minimo di anni di versamento per avere una pensione Enasarco è di 20, con un minimo di 65 anni di età e con una soglia quota 90, il che vuol dire che se ho 65 anni e venti anni di versamenti alle spalle dovrò comunque attendere di aver compiuto 70 anni prima di accedere al trattamento pensionistico. Rebus sic stantibus, è facile comprendere che, se ad esempio ho versato contributi per 13 anni e poi divento dipendete diretto di un’azienda, questi anni vanno completamente persi. Noi proponiamo viceversa che sia possibile una portabilità di tali contributi verso altri enti previdenziali, come ad esempio l’Inps. Altra nostra storica “battaglia” è quella per l’introduzione di un sistema di agevolazioni per l’accesso alla nostra professione pensato per giovani, neolaureati e persone in mobilità. Una misura al momento completamente assente e che sarebbe invece estremamente utile in un contesto difficile come quello attuale, in cui chiunque desideri entrare nel settore degli agenti deve superare una serie di barriere rappresentate tra l’altro da spese minime che non sono certo alla portata di tutti, indipendentemente da quello che risulta poi essere il guadagno realizzato. Un simile provvedimento, è importante sottolinearlo, aiuterebbe anche a contrastare l’attività svolta “in nero”, in violazione delle regole stabilite.

Puntate alla presidenza del cda?
Per noi la cosa importante è che la presidenza sia assegnata a chi ha esercitato concretamente la professione di agente di commercio, per garantire che una carica così centrale sia affidata a una persona che conosce da vicino le esigenze e i problemi della nostra categoria e non sia solo un tecnico o un amministratore privo di esperienza “sul campo”.

Altri obiettivi?
Ci preme favorire una revisione delle spesa del consiglio di amministrazione e della gestione del patrimonio mobiliare e immobiliare della Fondazione, che dovrebbe essere a nostro avviso improntata a una maggiore efficienza e almeno in linea con gli altri istituti previdenziali.

Logo Simedia

Il Logo del Simedia

Come state portando avanti la campagna elettorale?
Come prima cosa organizzeremo una conferenza stampa di presentazione della lista nei primi giorni di febbraio. Inoltre lavoriamo molto con contatti diretti, incontrando le persone vis-à-vis, e tramite posta elettronica e social media, come Facebook, Linkedin, Twitter, Google+ e gli altri.

C’è un messaggio finale che volete dare ai vostri elettori?
Sì, e come il nostro programma è semplice e diretto: chiediamo e vogliamo discontinuità. Votateci per garantirla all’intera categoria. Il nome dell’Enasarco non deve più essere associato alle polemiche ma a quello di un istituto serio, caratterizzato da una gestione equilibrata e accorta.

Luca Matrigiani, segretario generale Simedia, capolista della lista “Adesso basta” alle elezioni per il cda dell’Enasarco: “Aiutateci con il vostro voto a realizzare il grande cambiamento di cui la Fondazione ha bisogno” ultima modifica: 2016-01-21T16:45:48+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: