Luigi Marziale, sarto: “Con il Bond Street Awards porterò a Londra lo stile della mia sartoria partenopea tradizionale”

Luigi MarzialeDa sempre la sartoria è uno dei fiori all’occhiello del made in Italy, un settore che produce bellezza e qualità legate alla tradizione e all’innovazione. Anche in una città globale come Londra ormai da anni i gentleman hanno iniziato ad affidarsi al lavoro dei sarti italiani, richiesto e apprezzato da una clientela di alto livello. Per questo Luigi Marziale, artigiano partenopeo molto legato alla sua città e alle sue tradizioni, ha deciso di lanciarsi in una nuova avventura Oltremanica, portando nella capitale del Regno Unito lo stile della sua arte, accompagnato in questo viaggio dal Bond Street Awards.

Come è incappato nel Bond Street Awards?
Ho conosciuto per caso gli organizzatori e dopo aver sentito parlare del loro progetto di portare a Londra l’eccellenza imprenditoriale italiana ed europea ho deciso di aderire con entusiasmo a questa iniziativa. Già in passato ho esportato la mia sartoria in Lussemburgo e Francia. Ora proverò a sbarcare a Londra.

Aprirete una sede?
Per il momento ci sposteremo in modo mirato per andare a incontrare i clienti interessati, appoggiandoci a uffici e negozi esterni. In un secondo momento vedremo come organizzarci in base agli sviluppi del business.

Quali saranno i vostri primi passi?
Innanzitutto vogliamo farci conoscere, presentando in giro le nostre creazioni e i nostri prodotti. Per noi è importante poter mostrare ai clienti il modo in cui lavoriamo.

Cosa proponete ai clienti?
Giacche, pantaloni, camicie, cravatte e pochet. Tutto su misura.

Sarete presenti anche alla serata del Bond Street Awards?
Naturalmente. Durante l’evento è prevista una presentazione della nostra sartoria, con una dimostrazione pratica del modo in cui realizziamo i nostri capi.

Luigi Marziale, sarto: “Con il Bond Street Awards porterò a Londra lo stile della mia sartoria partenopea tradizionale” ultima modifica: 2018-07-05T13:33:46+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: