Mauro Baldassin, amministratore delegato Credipass: “Chiuderemo l’anno con 110 milioni di erogato sulla cessione del quinto”

812

Baldassin, Credipass“Il risultato del primo semestre è più che positivo. Nonostante la nostra riorganizzazione interna avvenuta a fine anno e al fatto che stiamo lavorando in un mercato che a giugno segna una contrazione del 15 per cento siamo in linea con il nostro obiettivo di superare il miliardo e cento di intermediato. Questo dimostra la bravura dei nostri collaboratori e dei nostri manager oltre l’efficacia degli strumenti forniti da Hgroup e alla forza del nostro progetto”. Mauro Baldassin, amministratore delegato di Credipass, commenta l’andamento dei primi sei mesi dell’anno e illustra gli obiettivi del prossimo semestre.

A quanti collaboratori siete arrivati?
Da inizio anno abbiamo inserito 124 collaboratori, un risultato straordinario, e a seguito dell’acquisizione di PrestaSì la nostra rete conta oggi 705 collaboratori. L’intenzione, però, è quella di continuare a svilupparci. Abbiamo avviato una nuova campagna di recruiting mirata alla ricerca di neofiti da integrare nel nostro progetto Credipass/Realizza. Si tratta di figure che verranno formate tramite la nostra Academy interna. Parallelamente continuiamo a selezionare professionisti specializzati sia nei mutui che nelle cessioni del quinto. Con un occhio sempre attento alle opportunità che si presenteranno.

Come vi muoverete nell’ambito cessione del quinto?
Quello della cessione del quinto è un settore su cui le banche punteranno sempre di più nei prossimi anni. Da parte nostra c’è la forte volontà di crescere e affermarci come la principale realtà del comparto. L’anno scorso abbiamo erogato 37 milioni di cessioni. Quest’anno, grazie all’acquisizione di PrestaSì, arriveremo a 110. L’obiettivo per il prossimo biennio è quello di arrivare a 200, e sono sicuro che grazie alla guida di Terry Morabito riusciremo a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati.

Si tratta di obiettivi ambiziosi…
Sì, ma al tempo stesso realistici. Avere acquisito la competenza e il know-how di PrestaSì ci consente oggi di reclutare professionisti del settore e di puntare a numeri importanti, che richiedono impegno e risorse per essere raggiunti ma che non sono al di fuori della nostra portata.

Cosa farete nel prossimo semestre?
Una parte del nostro lavoro si concentrerà sul progetto Realizza. Siamo partiti con un laboratorio a fine 2018 a Reggio Emilia e ora lo stiamo esportando in tutta Italia. I risultati che stiamo ottenendo sono sbalorditivi: stiamo chiudendo molti contratti di mutuo, che è sempre il nostro obiettivo primario, e al tempo stesso stiamo fidelizzando le agenzie immobiliare con cui lavoriamo. Come Hgroup stiamo continuando a investire per avere sempre più strumenti da fornire alle agenzie immobiliari con cui lavorano i nostri 700 collaboratori. Oltre a Casashare e al fascicolo Verificasa, realizzato insieme a Cerved, abbiamo appena concluso l’acquisto di iRealtors, società che offre servizi tecnologici agli agenti immobiliari. Tutti questi investimenti mirano a consolidare sempre più la partnership tra agenti immobiliari e i nostri collaboratori. In aggiunta a tutto questo ci dedicheremo alla parte online: daremo vita a una società ad hoc che avrà la funzione di generare lead per la nostra struttura. Quindi non ci limitiamo a guardare al prossimo semestre ma stiamo già lavorando per garantire il successo dei nostri collaboratori per i prossimi anni.