Mauro Baldassin, ad Credipass: “Stiamo valutando nuove acquisizioni. Dopo aver superato il miliardo di intermediato sui mutui, nel 2019 raddoppieremo i risultati del comparto prestiti e cessioni”

93

Baldassin, Credipass Soluzione CreditoMancano ormai poche settimane alla convention annuale di Hgroup (holding proprietaria di Credipass, Medioinsurance, Casashare, Realizza e Relabora), in programma a Sorrento per il 15 marzo. Mauro Baldassin, amministratore delegato di Credipass, azienda che si occupa di mediazione creditizia, illustra gli obiettivi e le priorità per il 2019.

Come avete archiviato il 2018?
I risultati sono stati decisamente straordinari. Abbiamo intermediato mutui per 1.170.000.000 di euro, prestiti e cessioni del quinto per 65 milioni e polizze per 10 milioni, numeri che ci portano a essere per il momento la seconda società di mediazione in Italia. Tra i progetti per il 2019, però, c’è anche quello di diventare i numeri uno. Alla fine dell’anno scorso, inoltre, abbiamo rinnovato l’accordo con la Fimaa per ulteriori 10 anni. Sicuramente è stato un anno che ci ha portato molte soddisfazioni.

Che previsioni avete per l’anno in corso?
Ci attendiamo una crescita del 15-20 per cento del comparto mutui e uno sviluppo proporzionale delle polizze. Quello su cui abbiamo intenzione di concentrarci in maniera particolare è il comparto prestiti e cessioni, che vorremmo far raddoppiare entro la fine dell’anno. Per raggiungere questo specifico obiettivo abbiamo anche inserito 5 nuovi dipendenti a Bergamo, che lavoreranno a questo specifico progetto. Da gennaio, poi, abbiamo iniziato una campagna di selezione molto importante, orientata a professionisti del settore, per integrare i 650 collaboratori che attualmente abbiamo. Ulteriore passaggio sarà quello di entrare, entro qualche mese, nel mercato web dei mutui, tramite l’acquisizione o la costituzione di una nuova società di mediazione creditizia che genererà business per i nostri collaboratori Credipass.

Il mese scorso avete lanciato la nuova app di Casashare, società del vostro gruppo che si occupa di immobiliare. Che riscontri state avendo?
I riscontri sono molto buoni e lo saranno ancora di più per i nostri collaboratori. L’app è già stata scaricata da oltre 4.000 agenzie immobiliari in meno di un mese. Puntiamo ad arrivare a 15.000 entro fine anno. In questo modo, ovviamente, i collaboratori di Credipass potranno ottenere una generazione automatica di nominativi di soggetti che stanno cercando casa, a partire dai quali generare pratiche di mutuo.

Come procede invece la sinergia con Realizza?
Anche in questo caso non possiamo non dichiararci soddisfatti, anzi direi che i risultati sono al di là delle nostre aspettative, tanto che ci stiamo organizzando per replicare in tutta Italia il nostro format di collaborazione, che porta benefici a tutti: all’agente immobiliare Realizza, al nostro collaboratore Credipass e alle agenzie immobiliari che collaborano con noi. Tutte le iniziative che vengono ideate e intraprese  come holding sono pensate per generare più business per i nostri collaboratori Credipass ed è per questo che stiamo continuando a crescere in modo così importante: un’offerta come quella che oggi Hgroup mette a disposizione dei collaboratori non ha pari in nessuna società di mediazione.

È vero che dopo quelle di MedioFimaa e Soluzione Credito state valutando nuove acquisizioni?
Diciamo che al momento abbiamo per le mani 3 dossier. Per noi si tratta di operazioni straordinarie che valutiamo sempre in modo molto positivo viste le esperienze già fatte con MedioFimaa e Soluzione. Nel prossimo periodo decideremo quali delle realtà su cui abbiamo messo gli occhi risponde meglio ai nostri progetti di sviluppo. Questo ci permetterà di accelerare ancora di più il nostro percorso di crescita, che prevede per la nostra holding la quotazione in borsa entro i prossimi 2 anni.