MBA: richieste di mutui ancora in calo alla fine di agosto. Il Purchase Index è al livello più basso dal 1996

Nell’ultima settimana di agosto la richiesta di mutui è diminuita ancora del 2,4% rispetto alla settimana precedente. È quanto emerge dal Weekly Mortgage Applications Survey, il report della Mortgage Bankers Association (MBA) relativo alla settimana conclusasi lo scorso 19 agosto.

Il Market Composite Index, che misura il volume del domande di mutui negli Stati Uniti, è infatti diminuito del 2,4% (stagionalizzato) rispetto a sette giorni prima. L’indice non stagionalizzato ha registrato invece un calo ancor più significativo con un -2,9%. Il Refinance Index è diminuito del 1,7% sempre in rapporto alla settimana precedente. L’ultimo indice, il Purchase Index (un indicatore dell’attività economica che riporta le condizioni del mercato in rapporto al mese/settimana precedente, ndr), ha fatto registrare un -5,7% nel suo valore stagionalizzato: è il dato più basso mai registrato dal 1996. Non stagionalizzato, invece, il Purchase Index è diminuito del 7,3% rispetto alla stessa settimana del 2010.

“L’ennesima settimana di mercati volatili e di incertezza dilagante nei mercati mondiali – ha dichiarato Mike Fratantoni, vice presidente Research & Economics di MBA – ha contribuito ad allontanare ulteriormente i potenziali acquirenti di case, tant’è vero che è la domanda di acquisto è la più bassa degli ultimi 15 anni”.

La crisi ha interessato l’intero comparto mutui – ha aggiunto Fratantoni – con la domanda di acquisto dei jumbo mutui che ha perso addirittura il 15%. Non solo, anche le richieste acquisto per programmi di edilizia abitativa promossa dal Governo sono in calo dell’8,2%”.

Per quanto riguarda la media delle ultime quattro settimane, il Market Index è cresciuto del 6,9%; viceversa, per quella del Purchase Index stagionalizzato si registra un calo del 2,6%, mentre i valori del Refinance Index sono cresciuti del 9,9%.

Venendo ai tassi di interesse sui mutui si registrano leggeri aumenti. Per i mutui trentennali a tasso fisso i tassi di interesse sono cresciuti al 4,39%, rispetto al 4,32% della settimana precedente, per i mutui con loan to value all’80%.

Anche i mutui di 15 anni a tasso fisso hanno subito variazioni al rialzo: dal 3,47% di sette giorni prima si è infatti passati al 3,56%. Anche in questo caso i tassi sono relativi a mutui con LTV all’80%.

 

MBA: richieste di mutui ancora in calo alla fine di agosto. Il Purchase Index è al livello più basso dal 1996 ultima modifica: 2011-09-02T15:38:54+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: