Mediatori creditizi canadesi preoccupati per il proprio futuro. Come sopravvivere alla crisi?

“Parlo costantemente e quotidianamente con i mediatori creditizi e non fanno che raccontarmi la paura che vivono – ha dichiarato a MortgageBrokerNews.ca Greg Williamson, broker di Calgari –. Paura soprattutto per il futuro della loro professione e di un settore che a oggi fa registrare un -25% di volumi intermediati rispetto allo scorso anno”.

Una preoccupazione che trova le proprie giustificazioni da un mercato del real estate che non ne vuole sapere di uscire dalle secche in cui è bloccato da mesi. A questo si aggiunge l’aggressiva politica di vendita messa in atto dalle banche, soprattutto per il mercato delle nuove abitazioni.

In questo contesto, tutt’altro che rassicurante, non può che crescere il senso d’ansia e frustrazione dei mediatori del credito che, oltretutto, incontrano sempre maggiori difficoltà a vendere altri prodotti insieme al mutuo: in questo è la concorrenza dei istituti di credito che si appoggiano alle banche più grosse a creare i maggiori problemi.

“Non c’è dubbio che le banche abbiano cambiato atteggiamento diventando molto più aggressive sul mercato con una serie di offerte vantaggiose per i clienti – ha dichiarato Jeff Attwooll, senior mortgage broker di Verico KW Mortgage –. Non solo: oggi le banche hanno anche potenziato il servizio di consulenza, prima e dopo la firma del contratto con il cliente. E tutto questo non va bene per i mediatori creditizi”.

A tutto questo si aggiunge la minaccia della doppia recessione che incombe sull’economia mondiale, una minaccia che può vanificare le speranza di quei mediatori che hanno intravisto negli ultimi mesi dell’anno la possibilità di ottenere buoni profitti.

“Quando parlo con le persone e con i nostri clienti – ha sottolineato ancora Greg Williamson – una delle domande che rivolgo loro è: ‘Quando pensate al vostro futuro, maturate prima sensazioni di piacere o eccitamento oppure un senso di ansia e preoccupazione?’ Sempre più persone mi risponde, in tutta onestà, che la preoccupazione accompagna i pensieri circa il futuro”.

Infine, tra le molteplici difficoltà che affliggono i broker canadesi c’è anche quella legata al reperimento di nuovi contatti: “Sempre più persone hanno timore di esaurire il proprio database di contatti e non riuscire a reperirne di nuovi per implementare il proprio business”.

Mediatori creditizi canadesi preoccupati per il proprio futuro. Come sopravvivere alla crisi? ultima modifica: 2011-10-14T08:33:56+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: