Mediazione creditizia abusiva, sette arresti a Catania e Firenze

Guardia di FinanzaLa Guardia di Finanza di Catania ha eseguito 7 misure cautelari tra il capoluogo etneo e Firenze, nei confronti di altrettante persone indagate per associazione a delinquere finalizzata all’abusiva mediazione creditizia.

Secondo quanto riferisce il giornale online gonews.it, le indagini della Guardia di finanza di Catania sono state avviate da due “segnalazioni di operazioni sospette” trasmesse dalla Banca d’Italia su Domenico Marcuccio, imprenditore del settore dei servizi alle imprese, sul versamento di assegni per oltre 3 milioni di euro emessi da società di diverse regioni italiane, e contestuale prelievo in contanti delle somme.

Gli accertamenti delle Fiamme gialle avrebbero consentito di appurare “l’esistenza di un’organizzazione, con base in Sicilia e Toscana che, approfittando dello stato di forte difficoltà economica di alcune aziende che non riuscivano più ad accedere al credito bancario, prometteva loro di ottenere i finanziamenti necessari, anche senza le previste garanzie patrimoniali”.

L’attività, sostengono gli investigatori, era svolta principalmente a Firenze e “in modo abusivo perché non autorizzata dalla Banca d’Italia”, eppure avrebbe avuto un volume di “richieste complessive per 300 milioni di euro”.

Per la Procura di Catania, “Domenico Marcuccio, avvalendosi dei propri collaboratori catanesi Davide Quattrocchi, Placido Bruno e Angelo Salvatore Porto, si occupava di individuare imprese che avevano la necessità di finanziamenti bancari alle quali proporre la possibilità, previo pagamento di commissioni, di accedere al credito da parte della Monte dei Paschi di Siena e della Mps Capital Services”. Obbligo era quello di versare in anticipo il 50% della provvigione che corrispondeva al 4-6% del finanziamento richiesto alla banca. Tra gli indagati anche l’ex europarlamentare Paolo Bartolozzi (eletto nelle liste Pdl nella legislatura 2009-2014), “per l’influenza esercitata sui dirigenti della banca”, e Giampiero Meschino, funzionario di Mps Capital Service, per “l’opera di preventivo esame e ‘aggiustamento’ delle pratiche da trattare”.

Marcuccio è indagato anche per un’evasione fiscale da 6 milioni di euro, e nei suoi confronti è stato emesso un sequestro beni per 1,6 milioni di euro.

 

Mediazione creditizia abusiva, sette arresti a Catania e Firenze ultima modifica: 2014-10-31T13:51:43+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: