Mediazione creditizia, il 6 marzo la firma del contratto ad hoc per i collaboratori

Credito 2Il contratto nazionale per i collaboratori dei mediatori creditizi è ormai in dirittura d’arrivo. Il prossimo 6 marzo Simedia, Assomea, Assoprofessional e Ama si incontreranno per la firma definitiva dell’accordo. A quel punto non resterà che attendere il via libera definitivo del ministero del Lavoro e delle Finanze. “Arriva così a compimento un percorso che abbiamo iniziato molto tempo fa – spiega Severino Oliva, presidente del Simedia -. Il contratto ad hoc per i collaboratori è uno strumento di cui la categoria aveva bisogno e che certamente gioverà all’intero settore dell’intermediazione del credito”.

Parallelamente il sindacato si sta muovendo anche sul fronte degli agenti in attività finanziaria. “A breve – sottolinea Oliva – sarà convocato un tavolo per discutere della possibilità di dar vita a un contratto specifico per questa categoria. Nell’ultimo periodo, man mano che i soggetti hanno cominciato a prendere consapevolezza dei propri diritti, si è aperto un contenzioso enorme su questo versante, che speriamo di poter ridimensionare tramite un accordo contrattuale pensato apposta per gli agenti in attività finanziaria. Anche Ufi, Assofin e Assilea sono interessati a questo discorso”.

Per il Simedia la strada da seguire è quella di inserire un appendice ad hoc nel contratto nazionale degli agenti, scaduto nel 2009. “A nostro avviso si tratta del percorso più semplice – conclude Oliva -. Speriamo che, come avvenuto per i collaboratori, anche per gli agenti in attività finanziaria si arrivi a una soluzione quanto più possibile condivisa tra tutte le parti interessate”.

Mediazione creditizia, il 6 marzo la firma del contratto ad hoc per i collaboratori ultima modifica: 2015-02-12T09:25:33+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: