Mercato immobiliare di Manhattan, la ripresa è sana

Mortgage 6Secondo gli economisti, la ripresa in atto è la più solida rispetto alle ultime due. È quanto emerge dall’indagine condotta da The Real Deal, che ha analizzato le statistiche degli ultimi tre decenni riguardanti il mercato residenziale di Manhattan. Infatti, nonostante l’impennata dei prezzi, gli economisti concordano sul fatto che  questo boom si fonda su basi molto più solide rispetto al passato e la crescita sta avvenendo con gradualità, il che è indice di un mercato sano.

Infatti, gli esperti della Miller Samuel hanno rilevato la notevole differenza rispetto ai trend registrati  nelle precedenti fasi di espansione, negli anni Ottanta e Novanta, quando i prezzi erano cresciuti in modo molto più consistente e più rapidamente. “È vero – conferma l’avvocato Bruno Cilio, da anni a New York dove si occupa di transazioni internazionali ed è a capo della società di consulenza immobiliare Philip Mark International Realty – Durante il boom degli anni 1990, i prezzi  erano impennati di circa l’ 84%  e del +116% durante  i primi anni Duemilats. L’attuale fase di ripresa, invece, è iniziata nel 2010, ma la crescita dei prezzi è stata lenta e solo dal 2013 è stata significativa (+ 19% la variazione tra il 1° trimestre  2015 e il 1° trimestre 2013).

Anche l’analisi dei prezzi mediani di vendita a Manhattan, effettuata dal sito di comparazione immobiliare StreetEasy, conferma il trend progressivo in atto:  i prezzi sono cresciuti per 27 mesi consecutivi, il secondo aumento più lungo dal 2003, ma gli aumenti sono stati scalari, senza scatti e successivi crolli, come era invece accaduto  dal 2006 al 2007, quando ai 19 mesi di aumenti ininterrotti -contraddistinti da rapide impennate- era poi seguita la crisi che ben conosciamo.

Sempre secondo Miller Samuel, vi è un’altra importante distinzione rispetto al passato: nel 2004 si era assistito ad una folle corsa alla vendita da parte dei proprietari, per sfruttare i prezzi al top, che aveva rapidamente aumentato il numero di unità sul mercato. Secondo l’avvocato Cilio “oggi, al contrario, i prezzi si mantengono alti anche per la scarsità di immobili in vendita. L’ultimo report relativo al primo trimestre del 2015 contiene un dato molto importante:  si è registrato il minor numero di appartamenti in vendita dal 2010, e, rispetto ad appena un anno fa, gli immobili sul mercato sono il  -2,3% in meno”.

E con una domanda forte e in costante aumento, soprattutto quella straniera, i prezzi restano alti e ne beneficia anche il mercato degli affitti, che in Aprile hanno registrato il tredicesimo aumento consecutivo (l’affitto medio ora è pari $ 3,395).

Mercato immobiliare di Manhattan, la ripresa è sana ultima modifica: 2015-04-27T16:49:54+00:00 da Philip Mark International Realty Ufficio Studi

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: