Mercato Immobiliare, Re/Max Italia: nel 2013 assestamento delle compravendite e ribasso delle quotazioni

La difficile situazione che si sta vivendo nel settore immobiliare, spiega un comunicato della società, è dovuta principalmente all’incertezza economica e politica che sta vivendo il Paese e alla difficoltà di accesso al mutuo che si trovano ad affrontare coloro i quali vorrebbero acquistare un immobile.

Abbiamo da poco concluso il Roadshow Re/Max toccando dieci diverse città in tutta Italia nel quale abbiamo incontrato e ci siamo confrontati con più di 1.000 agenti immobiliari. Nella gran parte dei casi, gli operatori che vivono quotidianamente il rapporto con i clienti si sono mostrati fiduciosi per il 2013 con prospettive migliori rispetto all’anno appena concluso e con una aspettativa per il 2014 di domanda e compravendite in ripresa”, ha sottolineato Dario Castiglia, presidente e amministratore delegato di Re/Max Italia.

Negli ultimi sei mesi il 47,5% dei clienti delle agenzie Re/Max ha cercato, invertendo la loro preferenza rispetto al 2012, una casa in affitto, mentre il 21,9% ha focalizzato la sua attenzione verso l’acquisto di un immobile e il restante 30,6% è rappresentato da coloro che, a seconda delle possibilità, si sono dimostrati disposti ad andare in affitto o acquistare un immobile attraverso la sottoscrizione di un mutuo.

Guardando più da vicino la tipologia di clienti Re/Max che compra immobili emergono dati interessanti relativi al mercato italiano dove si evince che l’87% degli over 35 anni e i nuclei familiari con figli prediligono l’acquisto di soluzioni abitative conmetrature ampie (trilocali e oltre). I single, le giovani coppie e gli under 35 anniscelgono invece una soluzione immobiliare dalle dimensioni più modeste come ibilocali, optando per l’affitto.

Più variegata la tipologia di immobili che gli over 50 scelgono di acquistare. Il 60,7% predilige trilocali e oltre, solo il 16.4% preferisce invece immobili singoli come ville con giardino e il 21,4% opta invece per metrature più contenute e quindi a soluzione come bilocali preferibilmente in zone centrali della città, con vicinanza a negozi e ben serviti dai mezzi di trasporto. Poco rilevante la percentuale di over 50 che acquistano monolocali, pari ad un esiguo 1,5%.

Secondo 2 agenti sU 3, a seguito della reintroduzione dell’IMU sulle seconde case, si registrata un’ulteriore diminuzione di acquisto di ‘seconde case’. L’interesse, seppur debole in questa fetta di mercato, si focalizza verso soluzione quali bilocali preferibilmente in località di mare. Meno interessanti rimangono invece le zone di montagna e quelle vicino ai laghi.

Crediamo che essere competitivi, professionali e competenti, lavorare con determinazione, metodo, efficacia ed efficienza siano i must  che in questo periodo facciamo davvero la differenza tra un agente immobiliare Re/Max ed un altro intermediatore immobiliare – ha dichiarato Castiglia. – La reputazione della nostra società e dei suoi affiliati, attualmente sta registrando dei feedback davvero positivi: 9 clienti su 10, sia che siano riusciti a vendere il loro immobile sia non vi siano riusciti, dichiarano di consigliare di rivolgersi ai nostri consulenti per necessità immobiliari.  Questo ci porta a dichiarare che il  2013 si confermerà ancora una volta come un anno dell’acquirente, forse il miglior anno per l’acquirente. E noi siamo pronti a lavorare per accontentare le loro esigenze al meglio come siamo soliti fare”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercato Immobiliare, Re/Max Italia: nel 2013 assestamento delle compravendite e ribasso delle quotazioni ultima modifica: 2013-03-15T08:16:14+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: