Metlife sostiene “Fiocchi in ospedale”, il progetto di Save the Children per il sostegno pre e post parto di mamme e neonati

MetLife LogoMetLife è da sempre attiva nella promozione di iniziative di carattere sociale e in difesa delle categorie più deboli. Dopo il supporto a “EveryOne”, la campagna di Save the Children per dire basta alla mortalità infantile nell’ambito della quale Metlife ha contribuito al sostegno di un progetto di salute materno-infantile in Monzambico, che ha raggiunto oltre 9.800 bambini con le vaccinazioni contro la tubercolosi, altri 17.323 hanno ricevuto cure mediche contro il tetano, la pertosse, l’epatite B e oltre 600 donne incinte hanno beneficiato di una assistenza pre e post parto. Quest’anno MetLife si rivolge all’Italia sostenendo Fiocchi in Ospedale, un progetto volto a migliorare le condizioni dei bambini fin dai primi giorni di vita, sostenendo i genitori e cercando di accrescere il benessere del nucleo familiare attraverso una collaborazione con l’ospedale e il territorio e un’azione di sostegno alle mamme e alle famiglie.

Il servizio, si legge in una nota, è attualmente attivo presso il Policlinico di Bari, il Niguarda di Milano, il Cardarelli di Napoli e il Gemelli di Roma e ha coinvolto circa 9 mila mamme. Presso questi ospedali e altre strutture socio-sanitarie ed enti convenzionati a livello locale sono stati attivati sportelli e postazioni all’interno dei reparti materno-infantili per affiancare le mamme e le famiglie durante il delicato periodo della gravidanza e nelle prime settimane di vita dei bambini. Sono state avviate, inoltre, differenti attività di accoglienza, di informazione, di consulenza e di orientamento – sia durante il periodo pre-parto che nella fase di degenza e dopo la nascita dei bimbi – per donne sole, giovani, straniere, in condizioni di vulnerabilità, come povertà economica, emergenza abitativa, tossicodipendenza e di sfruttamento.Grazie anche a MetLife e a Protezione Junior, Save the Children, l’organizzazione internazionale dedicata dal 1919 a salvare la vita dei bambini e difendere i loro diritti, potrà fare la differenza per oltre 18.000 mamme, bimbi e famiglie coinvolti nel progetto “Fiocchi in Ospedale”. Sono già oltre 2.700 le neo-mamme e altri familiari che dall’inizio del 2015 hanno beneficiato del supporto di equipe di professionisti specializzati, servizi socio-sanitari e un supporto materiale nei casi di maggiore difficoltà economica.

“MetLife è da molto tempo impegnata per promuovere il benessere e la stabilità delle comunità in cui operiamo, sia attraverso l’attività internazionale della Fondazione, sia attraverso le iniziative delle filiali locali – ha sottolineato Laura Balla, head of marketing and communications per MetLife in Italia –. Offrire delle opportunità in più alle famiglie in situazioni di disagio e al mondo dell’infanzia è parte di questo progetto che siamo orgogliosi di portare avanti al fianco di un’importante organizzazione internazionale come Save the Children”. 

La volontà di MetLife di rispondere alle esigenze delle famiglie e di contribuire alla loro serenità si concretizza anche nella costruzione di prodotti pensati per prendersi cura e per tutelare i più piccoli come Protezione Junior, la polizza che assicura già oggi circa 30.000 bambini in 10 Paesi, nei quali sono stati promossi altrettanti progetti a sostegno dell’infanzia in collaborazione con diverse organizzazioni no profit. In Italia il prodotto è sottoscrivibile su web, presso gli intermediari che collaborano con MetLife – su www.metlife.it è possibile consultare una lista completa e trovare quello più vicino al cliente.

Leggi il comunicato

Metlife sostiene “Fiocchi in ospedale”, il progetto di Save the Children per il sostegno pre e post parto di mamme e neonati ultima modifica: 2015-10-14T12:35:24+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: