Milleproroghe, le novità approvate dal Senato

Dopo l’approvazione in Senato, il decreto mille proroghe passa alla Camera per il via libera definitivo. La discussione sul provvedimento inizierà martedì 22 febbraio. Il termine per la conversione in legge del provvedimento scade il 27 febbraio.

Il maxiemendamento contiene una serie di novità per il settore del credito e degli immobili.

Banche
In vista dei vincoli imposti da Basilea 3, il decreto permette di trasformare le imposte anticipate iscritte nei bilanci in crediti d’imposta, ai fini del calcolo della patrimonializzazione, se nel bilancio viene rilevata una perdita di esercizio. Il credito d’imposta non è rimborsabile o produttivo di interessi, ma può essere ceduto o utilizzato, senza limiti di importo.
La trasformazione decorre dalla data di approvazione del bilancio da parte dell’assemblea dei soci.
È previsto anche il rinvio al 2014 dell’obbligo di alienazione delle partecipazioni superiori allo 0,5% del capitale nelle banche popolari.

Mutui
Il diritto di surroga si estende alle garanzie del mutuo oggetto di sospensione del pagamento delle rate, senza necessità e formalità aggiuntive. La norma si applica anche ai mutui sospesi dopo essere stati cartolarizzati.

Poste in banca sud

Poste italiane potrà acquistare partecipazioni, anche di controllo, nel capitale di banche, ai fini del’’attuazione della Banca del sud. Previsto lo scorporo di Bancoposta.

Case fantasma
Slitta di un mese il termine per dichiarare le case fantasma. C’ tempo fino al 30 aprile 2011.

Proroga sfratti
Viene rinviato di un anno il termine per gli sfratti: dal 31 dicembre 2010 al 31 dicembre 2011. Il provvedimenti riguarda gli inquilini appartenenti a famiglie disagiate che vivono in comuni ad alta tensione abitativa. Per usufruire del provvedimento si deve avere un reddito inferiore a 27.000 euro e nel proprio nucleo familiare persone ultra65enni, malati terminali o portatori di handicap o figli fiscalmente a carico. Per l’acconto 2012 non si tiene conto dell’esenzione Irpef e Ires sui redditi da locazione dei proprietari.

Tassa terremoti e rifiuti
Le regioni colpite da calamità potranno alzare le tasse o le addizionali di propria competenza, compresa l’imposta sulla benzina “fino ad un massimo di cinque centesimi per litro”. In Campania per fronteggiare l’emergenza rifiuti si potrà incrementare ‘’addizionale all’accise dell’energia elettrica.

Comuni
In attesa dell’attuazione del federalismo municipale, i Comuni riceveranno dal ministero dell’Interno un acconto Irpef sugli importi comunali incassati corrispondente alla prima rata dei trasferimenti dello scorso anno.

Stop demolizioni in Campania
Saranno sospese le demolizioni delle abitazioni abusive in Campania derivanti da sentenze passate in giudicato fino al 31 dicembre 2011. Il provvedimento riguarda gli immobili destinati a prima casa.

Alluvioni
Per far fronte allo stato di emergenza verranno stanziati 100 milioni di euro per ciascuno degli anni 2011 e 2012La suddivisione dei fondi: 45 milioni per ciascuno degli anni alla Liguria; 30 milioni per ciascuno degli anni al Veneto; 20 milioni per ciascuno degli anni alla Campania e 5 milioni per ciascuno degli anni ai comuni della provincia di Messina colpiti dall’alluvione del 2 ottobre 2009.
Viene inoltre prorogata al 30 giugno la sospensione dei tributi per le zone del Veneto alluvionate.

Abruzzo
Verrà sospesa la riscossione delle rate non versate con scadenza tra il primo gennaio e il 31 ottobre 2011. La ripresa della riscossione delle rate non versate sarà disciplinata da un decreto del presidente del Consiglio dei ministri.

Milleproroghe, le novità approvate dal Senato ultima modifica: 2011-02-21T08:00:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: