Monito del Fondo monetario internazionale alla Reserve Bank of Australia

Credito 2La Reserve Bank of Australia potrebbe essere chiamata a breve a tagliare ancora il tasso di scambio interbancario, per prevenire il diffondersi di timori legati alla contrazione del potere d’acquisto dei salari e alle basse prospettive occupazionali. Il monito arriva dal Fondo monetario internazionale dopo che nella riunione del 6 aprile la banca centrale australiana ha deciso di lasciare i tassi di interesse fermi al minimo storico del 2,25%.

Una scelta che ha lasciando di stucco gli analisti, pronti a scommettere su un taglio in scia alle deboli prospettive di crescita, alle paure per un aumento della disoccupazione, al crollo dei prezzi del ferro e al rallentamento dell’economia cinese.

Nel motivare la decisione sui tassi il governatore Glenn Stevens ha sottolineato che l’istituto potrebbe operare tagli nell’immediato futuro, lasciando dunque la porta aperta per un intervento a partire già dal mese prossimo. Ma questa possibilità non è bastata a rincuorare completamente l’Imf, che ha ritenuto opportuno indirizzare un suggerimento diretto alla RbA per assicurarsi che le prossime scelte di politica monetaria vadano nella direzione che tutti gli addetti ai lavori si attendono, diversamente da quanto avvenuto a marzo e inizio aprile.

Monito del Fondo monetario internazionale alla Reserve Bank of Australia ultima modifica: 2015-04-16T17:06:30+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: