Moody’s declassa 12 banche inglesi

In Italia sette banche, tra cui Monte dei Paschi e Unicredit, sono finite sotto la scure di Moody’s, nel Regno Unito addirittura 12 banche e building societies sono state declassate dall’agenzia di rating. Tra le motivazioni che hanno spinto Moody’s a tal provvedimento c’è la scarsa possibilità che il governo intervenga a favore degli istituti di credito, in un periodo particolarmente difficile per l’economia mondiale.

Secondo quanto trapela, Moody’s si è detta convinta che il governo continuerà a supportare i gruppi e le società più importanti, ma non è scontato che accadrà lo stesso con gli istituti di credito più piccoli, che potrebbero anche essere lasciati al fallimento se le circostanze finanziarie dovessero diventare ancor più problematiche.

“Il downgrading non riflette e non è da collegarsi a un deterioramento del sistema bancario e finanziario o dalle scelte politiche del governo”, fanno sapere da Moody’s che ha deciso di declassare Lloyd’s TSB e Santander portandole da Aa3 a A1, così come è stato rivisto al ribasso il giudizio su Co-operative Bank passato da A2 a A3

Stessa sorte è toccata a Royal Bank of Scotland e Nationwide, entrambe declassate da Aa3 to A2, mentre più pesante è stato il downgrading di Moody’s nei confronti di sette più piccole building societies il cui rating è stato abbassato da 1 a 5 punti. Si salva solo Clydesdale Bank, confermata a A2.

Dopo il provvedimento dell’agenzia di rating non sono mancate le polemiche: RBS ha già espresso il proprio disappunto nei confronti di Moody’s che non avrebbe riconosciuto i progressi compiuti dal gruppo nel rafforzare la propria base patrimoniale: “Royal Bank of Scotland, dal 2008, è impegnata nel potenziamento del proprio credit profile –  sostengono da Edimburgo –. Non siamo d’accordo decisione di Moody’s che non ha compreso tutti progressi che il gruppo ha sostenuto in questi anni. Dobbiamo tuttavia riconoscere che il non poter più fare affidamento sull’implicito supporto del governo rappresenta un passo importante per tutto il settore bancario nel Regno Unito che ha bisogno di tornare a far conto solo sulla propria forza. RBS ha già completato il processo per il reperimento di funding per il 2011 e continua a fare eccellenti progressi per rendere più solido il proprio bilancio”.

Moody’s declassa 12 banche inglesi ultima modifica: 2011-10-24T17:16:14+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: