Mutui Australia: cresce il numero di mutuatari interessati al tasso fisso

“I continui tagli stabiliti dalla banca centrale australiana hanno portato a una serie di speculazioni relative al momento in cui si raggiungerà il livello minimo e i tassi ricominceranno a salire”, ha spiegato Paul Smith, portavoce della società. “Tutto questa ha ingenerato evidentemente una certa ansia nei mutuatari, timorosi di vedere i tassi dei propri mutui schizzare verso l’alto. Ragion per cui, secondo i nostri dati, nel momento di scegliere un prestito immobiliare molti clienti della banche optano per un tasso fisso, che offre loro il vantaggio di conoscere la cifra esatta che pagheranno per tutto il periodo di ammortamento, indipendentemente dalla politica monetaria adottata dalla RbA”.

Un’analisi condivisa anche dal broker Naked Morgages. “I nostri database indicano in modo inequivocabile che singoli e famiglie hanno iniziato a considerare il vantaggio del tasso fisso molto più di quanto non facessero in passato”, ha sottolineato Matt Graham, presidente della società. “La banca centrale ha tagliato 4 volte il costo del denaro nel corso del 2012 e molti credono che a queste riduzioni seguiranno necessariamente degli aumenti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Mutui Australia: cresce il numero di mutuatari interessati al tasso fisso ultima modifica: 2013-05-30T14:00:45+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: