Mutui Australia: insolvenze in aumento

Sono in crescita in Australia i mutuatari in ritardo di almeno trenta giorni nel pagamento delle rate. Una ricerca condotta da Moody’s ha mostrato che se fino a maggio il tasso di insolvenza si era attestato all1,8%, stabile rispetto all’anno passato, nell’ultimo periodo il numero di coloro che non riesce a far fronte alle spese del mutuo ha iniziato a crescere in molte aree del Paese.

La situazione peggiore si registra nella Gold Coast del Queensland, dove 5,3 titolari di mutuo su 100 sono in ritardo di 30 giorni con le rate e 2,7 su 100 hanno accumulato arretrati per più di tre mesi. L’Outer South Western Sydney presenta invece il tasso di insolvenza più basso in assoluto, con solo 3 mutuatari morosi su 100.

Tra le capitali degli Stati federati Brisbane e Sydney sono quelle che se la passano peggio, con il 2% di insolventi, mentre Perth si difende con un 1,7% e Melbourne e Adelaide si attestano su un più che dignitoso 1,5%.

Per Arthur Karabatsos, senior analyst di Moody’s, le differenze registrate nelle diverse regioni sono direttamente collegate al tipo di attività preponderante nell’area: le zone con un elevato tasso di occupazione nei settori del turismo, della manifattura e delle costruzioni sono quelle in cui le insolvenze stanno aumentando più velocemente a causa delle non positive performance registrate da questi comparti. Viceversa le regione con meno morosi sono quelle in cui un alto numero di cittadini è impiegato presso l’apparato pubblico oppure svolge un’attività da libero professionista.

Mutui Australia: insolvenze in aumento ultima modifica: 2012-10-23T10:26:18+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: