Mutui Australia: malgrado il taglio dei tassi, continua la contrazione delle approvazioni

Gli analisti australiani sono concordi nel ritenere che questa situazione sia determinata principalmente dal mancato adeguamento dei tassi sui mutui praticati dagli istituti ai tagli stabiliti dalla Rba. “In un momento difficile come quello attuale, prima di accendere un mutuo le famiglie vogliono avere la certezza assoluta che le somme che saranno costrette a sborsare mensilmente rimarranno a un livello contenuto”, ha spiegato alla stampa specilizzata Brian Redican, capo economista della Macquire.

Al momento, però, l’unica sicurezza sul livello dei tassi è rappresentata da un livello medio insolitamente alto se confrontato con il tasso di sconto applicato dalla banca centrale australiana. Stando ai numeri riportati dalla Bbc, al momento, il tasso variabile applicato dalla Anz Bank oscilla tra il 5,7 e il 6,4%, mentre il fisso è al 5,99%. Il variabile della Westpac si aggira intorno al 5,8%; il fisso al 5%. E anche la Commonwealth Bank e la Macquire presentano valori analoghi.

In questo contesto quello che gli esperti chiedono è un intervento diretto da parte della Rba volto ad assicurare che gli istituti di credito applichino concretamente ai propri tassi i tagli stabiliti dalla banca centrale, in modo da garantire un reale abbassamento dei costi che gravano sui mutuatari.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Mutui Australia: malgrado il taglio dei tassi, continua la contrazione delle approvazioni ultima modifica: 2013-02-12T10:04:22+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: