Mutui Canada: le grandi banche aumentano i tassi

La decisione dei due istituti segue da vicino quella presa da Td Canada Trust, braccio retail della Td Bank, che ha aumentato il tasso del suo mutuo fisso a cinque anni, portandolo al 3,39%.

Scotiabank ha reso noto che le tariffe dei suoi mutui a due, quattro, sette e dieci anni saliranno tutte di almeno un decimo di punto.

Dal canto suo la Royal Bank ha previsto incrementi di due decimi di punto, che porteranno i tassi a dei prestiti a quattro, cinque e sette anni rispettivamente al 3,29, 3,39 e 3,79%.

I rialzi annunciati hanno avuto immediati effetti sulla percezione che i canadesi hanno della propria situazione debitoria: secondo un sondaggio condotto dalla Cibc, la maggior parte di loro ritiene che non riuscirà a ripagare il mutuo che ha acceso prima di aver compiuto 57 anni. Nel 2012 “l’età della liberazione” era invece ferma a 55.

Il sondaggio ha rivelato anche che singoli e delle famiglie stanno mettendo in atto provvedimenti concreti per riuscire a garantire il pagamento delle rate del prestito immobiliare contratto, limitando le spese e cerando per quanto possibile di risparmiare.

Da un punto di vista geografico i più pessimisti sono gli abitanti della British Columbia, che ritengono che dovranno attendere i 59 anni per liberarsi dal proprio mutuo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Mutui Canada: le grandi banche aumentano i tassi ultima modifica: 2013-06-26T11:44:21+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: