Mutui, Censis: tra il 2008 e il 2011 crollo del 20%

Nel quadriennio 2008-2011 i mutui sono scesi del 20% rispetto ai quattro anni precedenti allo scoppio della crisi. Lo sostiene il Censis nel suo rapporto annuale. Nel primo semestre del 2012, si legge nel dossier, la domanda di mutui ha fatto registrare un’ulteriore contrazione del 44% rispetto allo stesso periodo del 2011. A fine anno le transazioni immobiliari sono scese ai livelli antecedenti al boom dei primi anni Duemila: 485.000 contro il picco delle 870.000 del 2006. Stando ai dati riportati, sono 907.000 le famiglie intenzionate a comprare casa nel 2012: erano 1,4 milioni nel 2001, sono poi scese a circa 1 milione nel 2007 e il consuntivo per il 2011 è stato di 925.000. Nel 2011 le famiglie che sono riuscite a realizzare l’acquisto sono state il 65,2%, ma quest’anno scenderanno al 53,5% (il 45,7% nei comuni capoluogo). Gli acquirenti sono in prevalenza già proprietari (8 su 10), per due terzi sono famiglie con due percettori di reddito, per il 61% appartenenti al ceto medio, per il 26% collocati nella fascia di reddito alta, per il 13% con reddito medio.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Mutui, Censis: tra il 2008 e il 2011 crollo del 20% ultima modifica: 2012-12-07T18:08:42+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: