Mutui, Codici e Assofin firmano protocollo contro cattiva informazione da parte delle banche su assicurazioni collegate. A breve intervento dell’Ivass

Assofin LogoAl fine di garantire maggiori tutele ai consumatori in merito alla giusta quantità di informazioni erogate dalle banche, il Codici, Centro per i diritti del cittadino, ha firmato un protocollo d’intesa con l’Assofin, Associazione italiana del credito al consumo e immobiliare.

L’intesa fa seguito alle numero lamentele pervenute all’associazione da parte dei cittadini in merito alla mancata informazione, o la scorrettezza di essa, da parte delle banche al momento della stipula di un mutuo.

“Le problematiche che ci sono state lamentate da alcuni consumatori ci hanno motivato a siglare un protocollo d’intesa con Assofin – ha spiegato Ivano Giacomelli, segretario nazionale del Codici -. Abbiamo notato delle criticità in alcuni prodotti collegati ai prestiti e ai mutui, che sono risolvibili attraverso una corretta e completa informazione al consumatore. Siamo lieti di aver intrapreso tale percorso comune, che si costituirà anche in un impegno concreto nel rendere le note informative più semplici e comprensibili per tutti i consumatori”.

Entrambe le associazioni ricordato che l’unica polizza obbligatoria al momento della firma di un finanziamento per l’acquisto dell’abitazione è quella contro incendio e scoppio, mentre tutte le altre sono facoltative.

Il problema è stato affrontato anche nel corso di un incontro tra l’Ivass, Abi, Ania, Assofin e le associazioni di consumatori, tra cui appunto Codici, per discutere delle problematiche riguardanti mutui e finanziamenti.

Al termine della riunione l’Ivass ha annunciato l’imminente pubblicazione sul sito dei risultati dell’indagine conoscitiva svolta sulle coperture assicurative vita e danni vendute in abbinamento a prodotti o servizi di natura non assicurativa, in forte diffusione in Italia come negli altri Paesi europei. Obiettivo dell’istituto è dare pubblicità su coperture che il mercato assicurativo offre spesso senza la necessaria informativa al consumatore.

Il confronto ha confermato la necessità di un intervento dell’Ivass a tutela dei consumatori.

Il prossimo incontro è stato fissato il 15 ottobre 2014 per avere un feedback da parte delle associazioni dei consumatori sui risultati dell’indagine conoscitiva e per affrontare la questione della conciliazione paritetica per i sinistri r.c. auto, con il coinvolgimento dell’Ania e delle principali compagnie.

Mutui, Codici e Assofin firmano protocollo contro cattiva informazione da parte delle banche su assicurazioni collegate. A breve intervento dell’Ivass ultima modifica: 2014-07-14T11:51:09+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: