Mutui: continua a salire il volume degli arretrati

Secondo quanto riportato da Moody’s negli ultimi giorni di luglio, la prima decade di agosto rischia di essere ricordata come uno dei periodo più difficili per il mercato dei mutui australiano: infatti, l’agenzia di rating ha previsto che gli arretrati sui mutui raggiungeranno il picco prima di ferragosto, con i prezzi delle case che continueranno a salire, diventando “inaccessibili” per molti mutuatari in difficoltà.

Moody’s ha infatti intrapreso una revisione della metodologia con cui vengono valutati gli Australian RMBS (titoli cartolarizzati con prestiti immobiliari concessi per acquisto di edifici residenziali, i cosiddetti Residential mortgage-backed Securities, ndr), sulla scia di quanto stanno già facendo altre due agenzie di ratings, Fitch e S&P. Ilya Serov, senior credit officer di Moody’s, ha poi confermato che l’agenzia si aspetta un’impennata degli arretrati e la crescita del default in Australia.

“Il tasso di default e il delinquency rate all’interno del mercato dei mutui sono entrambi estremamente variabili – ha dichiarato Serov – e siamo propensi a credere che aumenteranno ben oltre la media nella prima decade di agosto, raggiungendo valori molto più alti che in passato”.

Secondo Moody’s anche l’aumento dei prezzi delle case e dei tassi di interesse sui mutui creeranno notevoli difficoltà ai mutuatari “solo parzialmente spiegabili dalle condizioni generali in cui si trova oggi il mercato”.

“Il nostro timore – continua Serov – è che i prezzi delle case non smettano di salire, mettendo in difficoltà l’intero mercato australiano”.

Infatti, l’elevato debito e il volume di arretrati nel mortgage market mettono l’Australia in una condizione di estrema vulnerabilità all’interno del sistema finanziario.

Mutui: continua a salire il volume degli arretrati ultima modifica: 2011-08-02T09:48:40+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: