Mutui, dal Consiglio dei ministri delega al governo che esclude definitivamente la reintroduzione della penale di estinzione anticipata

Credito 2In caso di estinzione anticipata di un mutuo il mutuatario non dovrà versare alcuna penale. Dopo le polemiche scatenate dalle associazioni di consumatori su quella che indicavano come una sostanziale reintroduzione della penale di estinzione anticipata da parte della direttiva Ue nota come Mortgage credit directive (Mcd), il Consiglio dei ministri ha approvato nei giorni scorsi il disegno di legge che contiene la delega all’esecutivo a recepire 8 direttive europee, tra cui quella sui mutui, escludendo espressamente l’applicazione di oneri ai finanziamenti immobiliari estinti prima del previsto

La direttiva europea sui mutui dovrà essere introdotta nel nostro ordinamento entro il 21 marzo del 2016. Tra le altre cose la nuova disciplina prevede la necessità da parte della banca di informare il potenziale acquirente sulle condizioni a cui è sottoposto il contratto di mutuo, rendendo di fatto obbligatorio il Prospetto informativo europeo standardizzato (Pies).

In aggiunta a questo la direttiva Mcd impone agli istituti di credito di osservare un ragionevole margine di tolleranza prima di iniziare procedure di escussione della garanzia, come ad esempio un pignoramento sui beni su cui grava l’ipoteca. E nel caso di esecuzione forzata dell’immobile ipotecato al mutuatario potrà essere cancellato una parte di debito residuo, attraverso l’esdebitazione, il beneficio della liberazione dei debiti non onorati che si concede a una persona fisica in presenza di particolari requisiti oggettivi e soggettivi

All’articolo 12 il disegno di legge di delegazione europea introduce inoltre l’obbligo di prevedere una pausa di 7 giorni prima della stipula del mutuo, per dare modo ai consumatori di confrontare le diverse offerte presenti sul mercato e decidere se firmare il relativo contratto.

Da ultimo la direttiva parla del “passaporto europeo”, strumento pensato per agevolare il lavoro degli intermediari del credito, consentendogli di operare al di fuori del proprio Paese di origine, che dovrà comunque rilasciare una abilitazione ad hoc, in altri Stati membri dell’Unione Europea.

 

 

Mutui, dal Consiglio dei ministri delega al governo che esclude definitivamente la reintroduzione della penale di estinzione anticipata ultima modifica: 2015-11-10T13:37:50+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: