Mutui, Federconsumatori: “Inaccettabile l’applicazione di interessi nel periodo di sospensione dei mutui per le famiglie colpite dal terremoto in Emilia”

“Da una parte – ha aggiunto l’associazione di consumatori – c’è il crollo dei mutui a livello nazionale: nel 2012 è stato registrato un calo del -42% rispetto all’anno precedente. Inoltre bisogna considerare che in Italia sui mutui viene applicato un tasso medio del 4,88%,nonostante il tasso euribor sia ai minimi. Quindi i proprietari di case danneggiate o in cassa integrazione o disoccupati a causa del terremoto che stanno sostenendo un mutuo non solo devono affrontare i costi di riparazione dell’abitazione ma si vedono applicare un ulteriore interesse su un tasso già di per sé superiore alla media europea (pari al 3,49%). Stando alle segnalazioni che ci sono pervenute, in alcuni casi il nuovo piano di ammortamento porta un aggravio che può raggiungere i 3.000 euro. Il fatto che sia possibile percorrere una strada alternativa è dimostrato dal fatto che altri istituti bancari hanno invece deciso di bloccare i mutui mantenendo gli interessi concordati, prolungando il pagamento per un periodo uguale a quello della sospensione senza ulteriori oneri. L’applicazione di interessi aggiuntivi è inaccettabile e Federconsumatori sta già studiando opportune forme di denuncia e di intervento. Intanto chiediamo agli istituti di credito in questione di modificare le condizioni vessatorie imposte alle famiglie emiliane e invitiamo l’Abi ad intervenire quanto prima, promuovendo prima di tutto un incontro tra le parti e le regioni commissarie straordinarie”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Mutui, Federconsumatori: “Inaccettabile l’applicazione di interessi nel periodo di sospensione dei mutui per le famiglie colpite dal terremoto in Emilia” ultima modifica: 2013-01-17T18:33:49+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: