Mutui, Italia in recupero rispetto alla media europea

In Italia il settore dei mutui e quello del credito al consumo si difendono meglio che nel resto dell’eurozona. Contrariamente alla contrazione media del 2% registrata nell’area euro, infatti, nei primi mesi dell’anno lo stock dei finanziamenti per l’acquisto di immobili nel nostro Paese è andato crescendo, mentre diversi Paesi europei, Spagna in testa, hanno fatto registrare performance particolarmente negative. Positive anche le stime relative al credito al consumo italiano, che non cresce però alla stessa velocità del passato.

I dati emergono dalla ultime elaborazioni effettuate da Crif decision solutions sulla base dei dati delle Banche centrali europee. L’analisi evidenzia come nel complesso l’area euro sia schiacciata su una crescita prossima allo zero, con una Spagna in caduta libera, una Francia che sta tentando una timida reazione e una Germania bloccata da un vento di bonaccia. Madrid e Berlino in particolare sono alle prese con un mercato dei mutui rimasto sostanzialmente fermo anche nei primi mesi del 2010, mentre nel resto d’Europa il segmento è decisamente in picchiata. Con specifico riferimento alla situazione spagnola, nell’ultimo biennio i prezzi delle abitazioni si sono assestati al ribasso di un buon 20% e le banche hanno i portafogli pieni di immobili, con un valore complessivo stimato di oltre 50 miliardi di euro. Nel settore abitativo si registrano 380.000 case in via di costruzione e 520.000 abitazioni di seconda mano in vendita. I crediti non performing, cioè con ritardo di pagamento di 3 mesi o più, sono arrivati al 7,5%. In Germania e Francia le quotazioni del residenziale hanno perso nel 2009 tra il 4% e il 6%.
Per quanto riguarda il mercato del credito – sottolinea Daniela Bastianelli, senior analyst di Crifl’irrigidimento, quasi generalizzato, dell’offerta europea è stato determinato dai requisiti patrimoniali in erosione e dal peggioramento di tutti gli indicatori di rischio”. In termini di nuove erogazioni, nel 2009 i mutui immobiliari sono scivolati di quasi il 10% (5,5 miliardi), mentre il credito al consumo si è ridotto dell’11,3% (55,4 miliardi).

Mutui, Italia in recupero rispetto alla media europea ultima modifica: 2010-06-15T07:38:23+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: