Mutui Regno Unito: rinegoziazioni in aumento nel 2013

Grazie ai benefici portati dal Funding for lending scheme agli istituti di credito il numero di operazioni di remortgaging da parte dei mutuatari inglesi potrebbe cescere del 25% nel 2013. Secondo l’analisi della Loan management services, il pacchetto di stimoli varato dal governo per favorire la ripresa del mercato immobiliare dovrebbe portare nel corso dell’anno prossimo le banche a destinare fino a 10 miliardi di sterline ai prestiti immobiliari, favorendo il rifinanziamento di mutui stipulati in passato.

“Senza alcun dubbio sarà necessario ancora molto tempo prima che l’attività di remortgaging raggiunga i livelli del 2003”, ha spiegato ai microfoni dei giornalisti Andy Knee, amministratore delegato della Lms. “Anche perché rispetto al passato la disponibilità di mutui è certamente ridotta. Tuttavia il sollievo che il Funding for lending scheme ha portato alle banche è innegabile, e ci aspettiamo che i segnali positivi sul fronte della concessione dei mutui che abbiamo iniziato a intravedere si rafforzino nel corso dell’anno prossimo, portando a un aumento del numero di mutuatari che deciderà di rifinanziare il proprio prestito per renderlo più gestibile”.

Interpellato dalla stampa specializzata, Steve Biggs, amministratore delegato della Aph Mortages si è detto d’accordo con le previsioni di Knee: “Il Fls aiuterà le banche a tenere i prezzi dei mutui più bassi e favorirà la competizione tra i diversi istituti, chiamando in causa anche quelli minori. Molte persone che hanno stipulato un mutuo con un tasso variabile potranno rinegoziarlo con ragionevoli probabilità di ottenerne uno più vantaggioso”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Mutui Regno Unito: rinegoziazioni in aumento nel 2013 ultima modifica: 2012-12-18T10:49:30+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: