Mutui: sanzionabile la banca che tarda a chiudere l’ipoteca

L’occasione è stata fornita dal ricorso della Bnl contro la multa di 180.000 euro erogata dall’Autorità il 26 agosto 2009. Il Tar ha dato torto al ricorrente e ha ritenuto che la pratica messa in atto dalla banca fosse scorretta poiché ha comportato una notevole dilatazione dei tempi per il rilascio della quietanza al debitore e per la trasmissione al conservatore della relativa comunicazione, tanto da “costituire un ostacolo non contrattuale imposto al consumatore in relazione all’esercizio di un diritto”.

La banca avrebbe dovuto dotarsi “di un sistema operativo idoneo sin da subito a consentire il tempestivo adempimento dell’obbligo accessorio ex lege, solo in presenza del quale la responsabilità dell’inadempimento può essere esclusa, o almeno mitigata, essendosi l’operatore economico diligentemente attivato”.

Successivamente la Bnl ha ridotto i tempi dell’operazione e pertanto il Tar ha ritenuto sproporzionata la sanzione e ha imposto all’Autorità di rivederla: “la misura della sanzione da irrogare alla ricorrente, pertanto, dovrà essere rideterminata dalla stessa Autorità in esecuzione della presente sentenza”.

La sentenza è consultabile al link: http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Roma/Sezione%201/2009/200909333/Provvedimenti/201012283_01.XML

Mutui: sanzionabile la banca che tarda a chiudere l’ipoteca ultima modifica: 2010-05-25T07:38:01+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: