Mutui Uk, tassi destinati a salire

3

Mutui UkI consumatori del Regno Unito devono prepararsi a veder aumentare il costo dei mutui concessi da banche e finanziarie. Lo sostiene il Telegraph, sottolineando che i tassi di interesse pagati dai mutuatari britannici sono fortemente influenzati dai movimenti dei mercati finanziari globali, che stanno reagendo in modo incerto all’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti. Il quotidiano evidenzia che nel corso di questa settimana alcune società hanno già iniziato ad aumentare i tassi, come Skipton, che li ha fatti salire dello 0,37%, e West Bromwich, che ha portato quelli per i finanziamenti con tasso fisso a 10 anni al 2,59%. Un trend che presto sarà seguito anche dagli altri operatori.

Nel Regno Unito i tassi dei mutui hanno segnato diversi record nel corso di quest’anno, con offerte che sono arrivate a costare meno dell’1% lanciate da HSBC e Yorkshire Building Society. Per alcuni finanziamenti a tasso fisso a 10 anni si è arrivati a pagare meno del 3%.

Questa tendenza è ora destinata a invertirsi, sulla scia di quello che sta già avvenendo negli Stati Uniti, dove il costo medio di un mutuo ha fatto registrare nell’ultimo periodo un incremento dello 0,4%.

A dicembre il Fomc, Federal open market commitee, organo della Federal reserve incaricato della politica monetaria, dovrebbe decidere per un incremento del costo del denaro, al quale, sottolineano esperti e addetti ai lavori, seguirà un parallelo aumento del costo dei finanziamenti.