Mutui Usa, domanda in contrazione

Mortgage 2Nella settimana conclusasi il primo maggio l’indice che misura il volume delle richieste di mutui negli Stati Uniti ha conosciuto una flessione, segnando un decremento del 4,6% rispetto alla settimana precedente. Lo ha reso noto la Mortgage bankers associations (Mba).

In particolare l’indice relativo all’acquisto di nuove case è salito dello 0,8% toccando il livello più alto da giugno 2013, mentre l’indice relativo alle domande di rifinanziamento ha segnato un decremento dell’8,3%, toccando il livello più basso da gennaio.

I tassi sui mutui trentennali hanno registrato una salita, attestandosi al 3,93% dal 3,85% della settimana precedente.

Nella settimana al 24 aprile l’indice che misura il volume delle richieste di mutui negli Stati Uniti ha segnato una contrazione del 2,29% rispetto alla settimana precedente, quando il boom delle richieste di finanziamento per l’acquisto di nuove abitazioni, aveva stimolato la domanda di mutui.

In particolare l’indice relativo all’acquisto di nuove case è rimasto invariato mentre l’indice relativo alle domande di rifinanziamento ha segnato un decremento del 3,65%.

I tassi sui mutui trentennali hanno registrato una salita, attestandosi al 3,85% dal 3,83% (livello più basso da gennaio) della settimana precedente.

 

 

Mutui Usa, domanda in contrazione ultima modifica: 2015-05-08T12:38:26+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: