Mutui Usa: il governo estende l’Harp fino al 2015

La scadenza del programma, che dall’aprile del 2009 ha fatto registrare 2,2 milioni di adesioni, era stata fissata per il prossimo 31 dicembre. I regolatori Usa hanno stabilito di allungarne nuovamente la durata nella speranza di veder aumentare il numero di mutuatari almeno fino a 4 milioni.

Per poter usufruire della gevolazioni previste dall’Harp, un mutuatario deve essere in regola con i pagamenti delle rate, deve aver venduto l’ipoteca a Fannie Mae o Freddie Mac prima di giugno del 2009 e deve essere titoale una quota del mutuo pari almeno all’80% del valore dell’immobile che intende acquistare.

Se si soddisfano questi requisiti l’Harp consente al mutuatario il rifinanziamento della prima ipoteca sulla casa in modo da modificare il mutuo per ridurne gli interessi e il tempo di pagamento.

La Federal housing finance agency ha annunciato che intende lanciare una campagna di educazione su tutto il territorio statunitense per spiegare ai cittadini l’esatto funzionamento del programma e i vantaggi che da esso possono derivare.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Mutui Usa: il governo estende l’Harp fino al 2015 ultima modifica: 2013-04-17T11:55:24+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: