Mutui Usa: nel primo semestre il 23% delle erogazioni è derivato da gruppi non bancari

Mortgage 3Negli Stati Uniti il 23% dei mutui concessi nel corso del primo semestre dell’anno è stato erogato da gruppi non bancari. Il dato, rilevato da Inside Mortgage Finance, rappresenta il valore più elevato in assoluto dall’inizio della crisi finanziaria, è appare in crescita del 5% rispetto al corrispondente periodo dell’anno passato e del 12 in confronto al 2012

Nel complesso, durante il periodo tra gennaio e giugno sono stati concessi mutui per 530 miliardi di dollari, il 53% in meno dalla prima metà del 2013.

I prestiti per l’acquisto di abitazioni erogati da colossi bancari come Wells Fargo e Jp Morgan sono calati più rapidamente in confronto a quelli erogati dal resto del settore finanziario, sulla scia di patteggiamenti, standard maggiormente stringenti sui requisiti patrimoniali e un monitoraggio crescente da parte delle autorità di regolamentazione.

Secondo quanto riferisce il Wall Street Journal, Quicken Loans, maggiore erogatore di mutui non bancario, ha concesso prestiti per 24,3 miliardi di dollari nel primo semestre, un valore pari a quello erogato dalla Bank of America e più elevato rispetto a Citigroup.

Mutui Usa: nel primo semestre il 23% delle erogazioni è derivato da gruppi non bancari ultima modifica: 2014-09-02T16:27:32+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: