MutuiOnline, gli utili superano i 12 milioni nel 2009

Mentre riserverà i restanti 58.315 euro alla riserva per risultati portati a nuovo. Inoltre sulla base delle riserve disponibili e della situazione patrimoniale, economica e finanziaria della società, l’assemblea ha deliberato anche la distribuzione di un dividendo straordinario complessivo di 759.201 di euro, nella misura di 0,0 euro per ogni azione in circolazione con stacco della cedola in data lunedì 3 maggio 2010 e pagamento da giovedì 6 maggio 2010. Tale dividendo verrà interamente tratto dalla riserva per risultati portati a nuovo che, al 31 dicembre 2009, ammonta a 778.701 euro.

L’importo complessivo del dividendo, ordinario e straordinario, corrisponde al 99,4% dell’utile di esercizio e delle riserve distribuibili alla data di approvazione del bilancio civilistico della Società, in sostanziale coerenza con la politica di dividend payout del 100% precedentemente annunciata. Si ricorda inoltre che, nel corso dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2009, sono stati distribuiti indirettamente agli azionisti 1.334.922 di euro, mediante acquisto di azioni dell’Emittente da parte della controllata MutuiOnline per 760.159 euro e mediante acquisto di azioni dell’Emittente da parte della controllata Centro Istruttorie per 574.764 euro.

Giuseppe Zocco nuovo amministratore

L’assemblea ha confermato la nomina di Giuseppe Zocco quale membro del consiglio di amministrazione, fino alla scadenza del consiglio attualmente in carica. Con la nomina del candidato Giuseppe Zocco alla carica di amministratore il consiglio di amministrazione sarà composto di dieci membri, di cui quattro indipendenti.

Modifica al piano di buy back

L’assemblea ha deliberato di revocare l’autorizzazione all’acquisto e alla vendita di azioni proprie accordata dall’assemblea dei soci il 23 aprile 2009 e di autorizzare l’acquisto e la disposizione di azioni proprie. La nuova autorizzazione è funzionale all’obiettivo di procurare alla società la disponibilità di azioni proprie da utilizzare a servizio del piano di stock option per dipendenti, amministratori e collaboratori approvato dall’assemblea dei soci il 9 febbraio 2007; in relazione a quanto previsto nel contratto fra la Società e “Equita SIM S.p.A.”, per il ruolo di specialist sul mercato azionario; a servizio di eventuali operazioni di natura strategica di interesse per la società; per un efficiente impiego della liquidità di gruppo.

L’assemblea ha inoltre deliberato di autorizzare il consiglio di amministrazione ad acquistare azioni fino al limite massimo del 10% del capitale sociale, ovvero un maggior quantitativo consentito dalla legge pro tempore applicabile, nel rispetto degli artt. 2357 e 2357-ter c.c., tenuto conto altresì delle azioni proprie già possedute alla data odierna dalla Società e delle azioni della società eventualmente possedute dalle sue controllate. Il potenziale esborso massimo di acquisto previsto per l’operazione in oggetto, calcolato sulla base del prezzo ufficiale del 17 marzo 2010, è di 16.541.098 euro. L’autorizzazione all’acquisto avrà una durata di 18 mesi a decorrere dalla data di deliberazione dell’assemblea, mentre l’autorizzazione alla disposizione avrà durata illimitata. Il prezzo di acquisto e/o il valore di disposizione dovrà essere compreso, fra un minimo pari al valore di chiusura di borsa dell’azione rilevato nel giorno lavorativo precedente la data di acquisto/disposizione, meno il 20% ed un massimo pari al valore di chiusura di borsa dell’azione rilevato nel giorno lavorativo precedente la data di acquisto/disposizione, maggiorato del 20%. Fermo restando quanto indicato in precedenza in merito al prezzo di acquisto, nell’ipotesi in cui l’operazione avvenga ai fini dell’eventuale assegnazione delle azioni ai beneficiari del piano di stock option, il prezzo di vendita dovrà essere compreso fra un minimo pari al prezzo di esercizio delle opzioni quale previsto dalla delibera di offerta delle opzioni di cui al piano di stock option ed un massimo pari a tale importo maggiorato del 20%.

Si ricorda che le società appartenenti al gruppo facente capo all’Emittente detengono complessivamente 1.554.539 azioni proprie dell’Emittente, di cui 500.000 azioni detenute direttamente dall’Emittente, 903.017 azioni detenute dalla controllata MutuiOnline S.p.A. e 151.522 azioni detenute dalla controllata Centro Istruttorie S.p.A., pari complessivamente al 3,934% circa del capitale sociale.

MutuiOnline, gli utili superano i 12 milioni nel 2009 ultima modifica: 2010-04-26T07:48:29+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: