MutuiOnline, il 2010 si è chiuso con la vittoria del variabile sul fisso

Secondo i dati del broker online, il ritorno del variabile iniziato nel primo semestre del 2009 (con il 32,9%) ha registrato un picco nei primi sei mesi dello scorso anno per poi scendere leggermente.
Diverso è il caso del variabile con tetto massimo che appare per la prima volta con stime significative nel data base del gruppo nel primo e secondo semestre del 2009, rispettivamente con un 2,5% e 28,8%.

Un andamento inverso ha invece avuto il tasso fisso, che nel 2007 immediatamente dopo la crisi finanziaria mondiale ha fatto avuto punte del 70% per poe iniziare una parabola discendente dal secondo semestre del 2009, quando è passato dal 63,2% al 32%, per poi toccare un picco negativo nei primi sei mesi del 2010 (18,9%) e tornare al 30,7% nella seconda metà dell’anno.

Resta minoritaria la componente del tasso misto, che nel 2010 ha avuto prima il 4,8% e poi il 2,3% delle erogazioni.

L’importo medio dei finanziamenti erogati da MutuiOnline è salito nel secondo semestre dello scorso anno a 134.052 euro, facendo registrare il quarto aumento consecutivo dal secondo semestre del 2008, quando si è attestato a 121.970 euro.
Per quanto riguarda la richiesta di mutui per classi di loan to value, nella seconda metà 2010 il 31,6% (erano il 33,7% nella prima metà) dei prestiti erano di importo compreso tra il 71% e l’80% del costo dell’abitazione.

MutuiOnline, il 2010 si è chiuso con la vittoria del variabile sul fisso ultima modifica: 2011-01-18T08:00:04+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: