MutuiSupermarket: mutui, passata dal 38% al 56% la domanda dei giovani nel 2021

MutuiSupermarket LogoNel 2021 si è assistito a un forte aumento della richiesta di mutui per l’acquisto della prima casa da parte degli under 36, passata dal 38% di gennaio al 56% di inizio dicembre 2021. Lo segnala l’osservatorio di MutuiSupermarket.it, il motore di ricerca e comparazione mutui gestito da FairOne. “Il Decreto Sostegni bis, emanato a fine giugno, ha esteso la platea dei beneficiari della garanzia Consap a tutti gli under 36 con Isee pari o inferiore a 40.000 euro, per coprire la totalità o quasi del prezzo di acquisto della prima casa – si legge nel report -. La prima offerta di mutui giovani ‘senza anticipo’ è stata lanciata a luglio da Intesa Sanpaolo che ha introdotto il Mutuo Domus Giovani, Fondo garanzia prima casa nella versione variabile e fisso; ad agosto il gruppo Crédit Agricole ha aderito all’iniziativa con il Mutuo Giovani, disponibile a tasso fisso, variabile e variabile con cap. A ottobre si è aggiunta Bper e a novembre Banco Bpm. Le prime erogazioni si stanno registrando proprio in questi mesi e proseguiranno nei prossimi, con l’aspettativa che l’iniziativa Cosap raggiunga il successo sperato”.

Dall’analisi di MutuiSupermarket emergono le caratteristiche principali delle istruttorie avviate per i mutui assistiti da garanzia Consap negli ultimi mesi, e cioè:

  • importo medio: 138.000 euro
  • ltv medio: 92%
  • durata media del mutuo: 28 anni
  • rapporto rata/reddito: 24,5%
  • età media dei richiedenti: 30
  • percentuale di richieste con un solo richiedente: 80%
  • percentuale di richiedenti donne: 38%

Le banche scese in campo nell’operazione “casa per i giovani” sono ancora poche

L’offerta di mutui che vanno a finanziare oltre l’80% del prezzo di acquisto sono ancora limitate e non tutti gli istituti offrono e pubblicizzano un’offerta dedicata, che godendo della garanzia Consap offre tassi di interessi agevolati.

L’osservatorio riporta due casi in particolare: Bnl e Avvera. Bnl non usufruisce della garanzia Consap. Ha tuttavia lanciato un’offerta dedicata ai giovani under 36 con spese di istruttoria ridotte che va a finanziare fino al 95% del prezzo di acquisto dell’immobile, purché la perizia attesti un valore ben superiore al prezzo di compravendita che faccia in modo di mantenere l’importo del mutuo entro l’80% del valore di perizia. Avvera del gruppo Credem non ha lanciato un’offerta dedicata ai giovani, ma è uno dei pochi istituti che nella propria offerta standard prevede mutui che vanno a finanziare fino al 95% del prezzo di acquisto della prima casa, non usufruendo di alcuna garanzia statale.

L’andamento dei tassi

La media delle rilevazioni mensili dell’indice di riferimento per i mutui a tasso fisso IRS a 20 anni nel mese di dicembre 2021 si contrae dello 0.07% attestandosi a 0,32%. Il minimo negli ultimi dodici mesi è stato registrato a dicembre 2020: 0,01%.

L’analogo indice per i mutui a tasso variabile nel mese di dicembre 2021 registra una media di -0,57% in diminuzione dello 0,01%.

Mutuo acquisto torna protagonista

La domanda sul portale MutuiSupermarket si è focalizzata nell’ultimo trimestre del sulla finalità acquisto, che è arrivata a rappresentare il 78% del totale delle richieste, contro il 18% delle richieste per surroga.

Il segmento di domanda che spiega maggiormente la crescita della domanda di acquisto è quello dei giovani under 36 che arrivano a spiegare il 56% delle richieste di mutui acquisto prima casa nel mese di novembre – spiega l’osservatorio -. Tra i giovani under-36 il 74% dei richiedenti vorrebbe accedere ad un mutuo con importo superiore all’80% del prezzo di acquisto dell’immobile”.

Analisi dell’offerta

Come di consueto l’analisi riporta la simulazione di MutuiSupermarket su una operazione di acquisto prima casa a tasso fisso e a tasso variabile su un immobile situato a Milano, per un immobile del valore di 220.000 euro, l’importo richiesto 200.000 euro e la durata del mutuo 25 anni. Il profilo del richiedente è un impiegato a tempo indeterminato di 34 anni con un redito mensile 2.400 euro.

Finalità Acquisto:

Simulazione a tasso Variabile

Rank

Istituto

Spread

Tan

Rata

Taeg

1

Intesa Sanpaolo

1,05%

0,48%

€ 707,60

0,53%

2

Banco BPM

1,15%

0,56%

€ 714,75

0,64%

3

BPER Banca

1,15%

0,65%

€ 722,48

0,76%

4

Credit Agricole

1,25%

0,66%

€ 723,54

0,84%

5

Intesa Sanpaolo

2,25%

1,68%

€ 816,90

1,80%

6

Banca Popolare Pugliese

1,70%

1,70%

€ 818,80

1,84%

Simulazione a tasso Fisso

Rank

Istituto

Tan

Rata

Taeg

1

Banco BPM

0,94%

€ 748,33

1,02%

2

Credit Agricole

1,05%

€ 758,28

1,25%

3

Intesa Sanpaolo

1,20%

€ 771,99

1,25%

4

BPER Banca

1,15%

€ 767,40

1,27%

5

BNL

1,55%

€ 804,58

1,72%

6

Banca Popolare Pugliese

1,80%

€ 828,37

1,94%

 Rilevazioni tassi effettuata il 13/12/2021.