Mutuisupermarket: mutui, le richieste per acquisto superano quelle di surroga. Le offerte di giugno

MutuiSupermarket LogoSono variate di poco le offerte sui mutui delle banche tra maggio e giugno. Secondo l’osservatorio di Mutuisupermarket, diffuso ieri, sono tre le banche che hanno rivisto il princing. Si tratta di Intesa Sanpaolo, che ha aumentato da 5 a 10 punti base il Tan delle offerte a tasso fisso; di Webank e Banco Bpm, che hanno ridotto lo spread di 10 punti base per le offerte sotto il 70% e con durata maggiore o uguale a 25 anni; e di Banca Sella che ha riprezzato al rialzo per l’acquisto sia a tasso fisso che a tasso variabile.

Capire lo stato di salute del mercato è determinante per chi chiede un nuovo mutuo; o per chi sta ripagando un prestito ipotecario e da buon mutuatario controlla regolarmente i tassi per valutare se cambiare il mutuo in corsa, tramite surroga ad esempio, opzione ancora interessante che prevede il trasloco del contratto in una nuova banca a condizioni più convenienti – precisa l’analisi realizzata dagli esperti del motore di ricerca e comparazione mutui gestito da FairOne -. Nella scelta, vanno fatte delle attente riflessioni soprattutto da un anno a questa parte: il coronavirus ha messo a dura prova l’economia italiana e ha acuito la crisi finanziaria. L’arresto delle attività, in una certa misura, ha rallentato le transazioni immobiliari e le istruttorie sui mutui. Ora migliorano le prospettive con l’attesa di una accelerazione della ripresa nel secondo semestre. Infine, come è emerso dall’ultima riunione del direttivo del 10 giugno, la Bce proseguirà, nonostante l’inflazione, anche nel terzo trimestre con la politica monetaria accomodante, posizione che sta già producendo una riduzione dell’Irs. Se ci sarà un impatto sui mutui, lo vedremo meglio a luglio”.

L’andamento dei parametri di riferimento

Mutuisupermarket ha analizzato l’andamento dei parametri ai quali sono ancorati i mutui a tasso variabile e fisso. La media delle rilevazioni mensili dell’indice di riferimento per i mutui a tasso fisso Irs a 20 anni che nel mese di giugno 2021 registra una decrescita dello 0,05% attestandosi a 0,49%. Il minimo negli ultimi dodici mesi è stato registrato a dicembre 2020: 0.01%.

L’Euribor a 3 mesi, indice per i mutui a tasso variabile, nel mese di giugno 2021 registra una media di -0,54% rimanendo invariato. Il minimo è stato registrato a gennaio 2021: -0.55%.

Analisi della domanda

A livello nazionale, si nota che sul portale Mutuisupermarket a giugno 2021 (secondo trimestre) la finalità acquisto ha superato la surroga raggiungendo il 61,38% del totale complessivo delle domande rispetto al 44,38% dello stesso periodo nel 2020. In riferimento all’importo, quello maggiormente richiesto va dai 50.000 ai 100.000 euro (39%). Per quanto riguarda la fascia d’età, vince quella compresa fra i 36 e i 45 anni (34%). La classe di reddito predominante va dai 1.500 ai 2.000 euro (30%).

Analisi dell’offerta

Per un’operazione di acquisto prima casa e una di surroga a tasso fisso e a tasso variabile effettuata da un impiegato a tempo indeterminato di 34 anni con un reddito mensile di 2.400 euro su un immobile situato a Milano del valore di 220.000 euro, con un importo richiesto di 140.000 euro e la durata del mutuo 20 anni, le migliori offerte disponibili sul sito di Mutuisupermarket risultano:

Finalità Acquisto:

Simulazione a tasso Variabile

Rank

Istituto

Spread

Tan

Rata

Taeg

1

Banca Sella

1,00%

0,44%

€ 609,66

0,61%

2

Credit Agricole

1,01%

0,46%

€ 610,75

0,65%

3

Credem

0,95%

0,39%

€ 606,65

0,67%

4

UniCredit

1,15%

0,60%

€ 619,24

0,72%

5

Webank

1,25%

0,70%

€ 625,35

0,77%

6

Intesa Sanpaolo

1,20%

0,64%

€ 621,62

0,87%

7

Banco BPM

1,25%

0,70%

€ 625,35

0,92%

8

BPER Banca

1,40%

0,84%

€ 634,09

1,02%

9

BNL

1,40%

0,84%

€ 633,85

1,03%

10

Deutsche Bank

1,10%

1,11%

€ 650,75

1,24%

11

Banca Monte dei Paschi di Siena

1,10%

1,10%

€ 650,12

1,34%

Simulazione a tasso Fisso

Rank

Istituto

Tan

Rata

Taeg

1

BNL

0,75%

€ 628,36

0,94%

2

Credem

0,71%

€ 625,90

0,99%

3

Credit Agricole

0,86%

€ 635,15

1,05%

4

Banca Sella

0,90%

€ 637,63

1,06%

5

UniCredit

0,95%

€ 640,73

1,08%

6

BPER Banca

0,95%

€ 640,73

1,13%

7

Intesa Sanpaolo

0,90%

€ 637,63

1,13%

8

Webank

1,08%

€ 648,86

1,15%

9

Banco BPM

0,94%

€ 640,11

1,16%

10

Deutsche Bank

1,57%

€ 680,08

1,71%

11

Banca Monte dei Paschi di Siena

1,80%

€ 695,05

2,06%

Finalità Surroga:

Simulazione a tasso Variabile

Rank

Istituto

Spread

Tan

Rata

Taeg

1

Credem

1,09%

0,53%

€ 615,11

0,61%

2

Credit Agricole

1,06%

0,51%

€ 613,77

0,62%

3

Intesa Sanpaolo

1,20%

0,64%

€ 621,62

0,76%

4

UniCredit

1,30%

0,75%

€ 628,42

0,79%

5

Webank

1,35%

0,80%

€ 631,50

0,80%

6

Banco BPM

1,30%

0,75%

€ 628,42

0,84%

7

BNL

1,45%

0,89%

€ 636,94

0,94%

8

BPER Banca

1,65%

1,09%

€ 649,68

1,18%

9

Banca Monte dei Paschi di Siena

1,20%

1,20%

€ 656,42

1,33%

10

Deutsche Bank

1,40%

1,41%

€ 669,78

1,42%

11

Banca Sella

1,90%

1,34%

€ 665,50

1,44%

Simulazione a tasso Fisso

Rank

Istituto

Tan

Rata

Taeg

1

BNL

1,15%

€ 653,26

1,20%

2

Credem

1,13%

€ 652,00

1,21%

3

Intesa Sanpaolo

1,10%

€ 650,12

1,22%

4

UniCredit

1,20%

€ 656,42

1,25%

5

BPER Banca

1,20%

€ 656,42

1,28%

6

Credit Agricole

1,17%

€ 654,53

1,28%

7

Webank

1,58%

€ 680,73

1,59%

8

Banco BPM

1,64%

€ 684,62

1,74%

9

Banca Monte dei Paschi di Siena

1,90%

€ 701,63

2,04%

10

Banca Sella

2,15%

€ 718,23

2,27%

11

Deutsche Bank

2,27%

€ 726,28

2,29%