MutuiSupermarket: tassi, aumenta il differenziale tra fisso e variabile. E diminuisce l’appetibilità della surroga

MutuiSupermarket LogoDopo due anni di tassi di interesse ai minimi storici, il bacino dei potenziali beneficiari della surroga si va riducendo e l’aumento dei tassi degli ultimi mesi ha contribuito al suo rallentamento. Lo segnala l’ultimo osservatorio di MutuiSupermarket, che sottolinea come nel mese di ottobre la percentuale di richieste di mutui per acquisto abitazione abbia raggiunto il 76% del totale delle domande pervenute tramite il portale.

La domanda di acquisto non solo è poco sensibile al costo dei mutui: la casa è una necessità che poco cambia con il prezzo dei mutui – precisa il report -. È molto più influenzata dal trend economico, dalla stabilità lavorativa e dall’andamento dei prezzi degli immobili. Un ruolo importante lo stanno svolgendo gli ultimi interventi normativi in favore dei giovani che non solo arrivano ad azzerare le imposte per i giovani che acquistano casa, ma da loro accesso con maggiore facilità a mutui che vanno a finanziare fino all’intero prezzo di acquisto”.

Aumenta il differenziale tra tasso fisso e variabile

Secondo l’osservatorio di MutuiSupermarket, stiamo assistendo al progressivo aumento del differenziale tra il costo dei mutui a tasso fisso e tasso variabile: a ottobre il miglior mutuo acquisto a tasso fisso prevede un tasso fisso di oltre 50 punti base superiore rispetto al corrispondente mutuo a tasso variabile, a inizio anno questa differenza era inferiore ai 30 punti base. “C’è ancora una forte convenienza nel tasso fisso, ma è chiaro che con l’ampliarsi di questo differenziale potrebbe tornare l’interesse per il tasso variabile che oggi spiega meno del 10% delle richieste”, precisa.

Analisi degli indici di riferimento

La media delle rilevazioni mensili dell’indice di riferimento per i mutui a tasso fisso Irs a 20 anni nel mese di ottobre 2021 registra un aumento dello 0,14% attestandosi a 0,56%. Il minimo negli ultimi dodici mesi è stato registrato a dicembre 2020: 0,01%. L’Euribor, analogo indice per i mutui a tasso variabile nel mese di ottobre 2021 rimane sostanzialmente invariato a -0,55%.

Analisi dell’offerta

Per un’operazione di acquisto prima casa e una di surroga a tasso fisso e a tasso variabile effettuata da un impiegato a tempo indeterminato di 34 anni con un reddito mensile di € 2.400 su un immobile situato a Milano del valore di 220.000 euro, con un importo richiesto di € 140.000 e la durata del mutuo 20 anni, le migliori offerte in base alle rilevazioni dei tassi effettuata il 21/10/2021 su MutuiSupermarket risultano:

Finalità Acquisto:

Simulazione a tasso Variabile

Rank

Istituto

Spread

Tan

Rata

Taeg

1

Intesa Sanpaolo

0,85%

0,29%

€ 600,48

0,39%

2

Credit Agricole

1,01%

0,46%

€ 610,87

0,65%

3

Credem

0,95%

0,40%

€ 606,77

0,67%

4

UniCredit

1,15%

0,60%

€ 619,36

0,73%

5

Webank

1,25%

0,70%

€ 625,47

0,77%

6

WIDIBA

1,26%

0,71%

€ 626,09

0,78%

7

BPER Banca

1,15%

0,65%

€ 622,23

0,82%

8

Banco BPM

1,25%

0,70%

€ 625,47

0,92%

9

BNL

1,35%

0,79%

€ 630,64

0,96%

10

Banca Sella

1,40%

0,84%

€ 634,22

1,02%

11

Deutsche Bank

1,00%

1,01%

€ 644,48

1,14%

Simulazione a tasso Fisso

Rank

Istituto

Tan

Rata

Taeg

1

BNL

0,80%

€ 631,44

0,97%

2

Intesa Sanpaolo

0,90%

€ 637,63

1,00%

3

UniCredit

0,95%

€ 640,73

1,08%

4

Credem

0,80%

€ 631,44

1,08%

5

Webank

1,02%

€ 645,10

1,09%

6

Banca Sella

0,95%

€ 640,73

1,12%

7

BPER Banca

0,95%

€ 640,73

1,13%

8

Credit Agricole

0,95%

€ 640,73

1,14%

9

Banco BPM

1,01%

€ 644,48

1,23%

10

WIDIBA

1,34%

€ 665,31

1,41%

11

Deutsche Bank

1,53%

€ 677,50

1,67%

Finalità Surroga:

Simulazione a tasso Variabile

Rank

Istituto

Spread

Tan

Rata

Taeg

1

Credem

1,09%

0,54%

€ 615,23

0,61%

2

Credit Agricole

1,06%

0,51%

€ 613,89

0,62%

3

Intesa Sanpaolo

1,20%

0,64%

€ 621,62

0,76%

4

UniCredit

1,30%

0,75%

€ 628,54

0,80%

5

Webank

1,35%

0,80%

€ 631,62

0,81%

6

Banco BPM

1,30%

0,75%

€ 628,54

0,85%

7

WIDIBA

1,41%

0,86%

€ 635,33

0,87%

8

BNL

1,45%

0,89%

€ 636,82

0,93%

9

BPER Banca

1,65%

1,10%

€ 649,80

1,18%

10

Deutsche Bank

1,30%

1,31%

€ 663,40

1,32%

11

Banca Sella

1,90%

1,34%

€ 665,63

1,46%

Simulazione a tasso Fisso

Rank

Istituto

Tan

Rata

Taeg

1

BPER Banca

1,20%

€ 656,42

1,28%

2

BNL

1,25%

€ 659,59

1,30%

3

Intesa Sanpaolo

1,20%

€ 656,42

1,32%

4

Credem

1,25%

€ 659,59

1,33%

5

UniCredit

1,30%

€ 662,76

1,35%

6

Credit Agricole

1,34%

€ 665,31

1,46%

7

Webank

1,52%

€ 676,85

1,53%

8

WIDIBA

1,69%

€ 687,87

1,70%

9

Banco BPM

1,66%

€ 685,91

1,76%

10

Deutsche Bank

2,23%

€ 723,59

2,25%

11

Banca Sella

2,15%

€ 718,23

2,28%