N26 coinvolge i migliori influencer in una campagna per rendere il banking più trasparente e accessibile

N26 LogoLa banca digitale N26 ha lanciato una nuova campagna per aiutare i consumatori a migliorare le proprie conoscenze finanziarie e rendere il lessico bancario più accessibile.

La #BigBankingChat, spiega una nota, vuole diventare la più grande discussione online al mondo sul banking. Come? N26 sta dialogando con i consumatori e la community invitandoli a partecipare a test online, a porre le loro domande e rispondendo loro con una serie di contenuti creati in collaborazione con i suoi esperti di finanza e influencer di tutto il mondo.

Perché proprio adesso? La vita è cambiata in modo significativo dopo il Covid-19. N26 ha scoperto che quasi la metà (49%) della popolazione mondiale è preoccupata per il proprio futuro finanziario. In Italia il 76% degli intervistati ha dichiarato di aver modificato le proprie priorità finanziarie e il 30% è in pensiero per l’andamento delle proprie finanze.

Attraverso la #BigBankingChat, N26 vuole cercare di ridurre le preoccupazioni delle persone per permettere loro di gestire il proprio denaro in modo più sereno.

Per questo motivo, N26 ha reclutato più di 50 influencer da tutto il mondo per amplificare la discussione attorno alla Big Banking Chat. In Italia, gli influencer che animeranno la Big Banking Chat sono giovani digital creator che, sui loro canali, trattano di tematiche legate al risparmio, ma anche alla tecnologia e ai viaggi: Marcello Ascani, Riccardo Bertrando, Francesco Galati e Simone Cioè.

Insieme aiuteranno a condurre una conversazione aperta, forniranno risposte alle domande poste dai consumatori di tutto il mondo e sveleranno tutti i trucchi per gestire al meglio il proprio denaro, oltre a chiarire alcuni termini del gergo bancario spesso troppo complicato e lontano dalla quotidianità.

Durante la campagna, gli influencer di N26 creeranno e condivideranno oltre 1.000 contenuti sui social media, rispondendo alle domande più frequenti dei consumatori. In questo modo, per il 38% delle persone in tutto il mondo che non comprende appieno cosa sia la solvibilità, o per quel 30% che ha dichiarato che pensare alle proprie finanze li rende “nervosi”, gli influencer di N26 saranno a disposizione per aiutarli.

“È finalmente il momento di parlare di educazione finanziaria e di come ci prendiamo cura del nostro denaro – ha sottolineato Roberto Forleo, marketing manager di N26 Italia -. Ecco perché stiamo utilizzando i social media per rispondere alle più comuni domande sul banking che le persone ci pongono. La finanza personale e il settore bancario restano tra i più grandi argomenti tabù in Italia, eppure dalla nostra ricerca condotta a livello globale emerge chiaramente come quella finanziaria sia una delle principali preoccupazioni delle persone e deve quindi essere affrontata con la giusta attenzione. Le banche hanno la responsabilità di prendere consapevolezza di questo dato e aiutare i consumatori a gestire il proprio denaro, in particolare in periodi così complicati. Siamo entusiasti di lavorare con così tanti influencer e personalità straordinarie che sostengono i nostri stessi ideali e amplificano la nostra visione. Gestire le proprie finanze dovrebbe essere molto più semplice e trasparente; il lessico bancario dovrebbe essere più comprensibile e accessibile, lo scopo della Big Banking Chat è proprio questo”.